sisma-emilia,-torna-al-cinema-‘la-notte-non-fa-piu-paura’

Sisma Emilia, torna al cinema ‘La notte non fa più paura’

Storia di amicizia, amore e precariato tra le macerie

Il 20 maggio, a dieci anni esatti dal terremoto che sconvolse l’Emilia Romagna, torna al cinema e in televisione ‘La notte non fa più paura’, film ideato da Samuele Govoni e Stefano Muroni e diretto da Marco Cassini. Il lungometraggio, girato nel Ferrarese nel 2014, racconta una storia di amicizia, amore e precariato tra le macerie del sisma.

    Nel 2018 è stato selezionato per i David di Donatello e tra i protagonisti figura anche l’attore Giorgio Colangeli. ‘La notte non fa più paura’ verrà proiettato a Ferrara e Bondeno e trasmesso alle 18.30 su Rai Storia. Per Muroni il 2014 rappresenta anche l’inizio di quella che oggi è chiamata ‘Ferrara La Città del Cinema’, una filiera creativa volta alla valorizzazione del territorio e delle professionalità attraverso la settima arte. In quell’anno nasce il Centro preformazione attoriale, prima scuola di recitazione pensata appositamente per gli adolescenti. Nel 2019 arriva la Scuola d’arte cinematografica ‘Florestano Vancini’ e, parallelamente a questi due percorsi formativi, prendono piede la Tenda Summer School, campus internazionale di commedia dell’arte che si svolge tutte le estati a Villa La Mensa (Copparo) e la sua declinazione junior rivolta ai bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni. “La provincia di Ferrara ha un grande passato che va preservato e diffuso ma, oltre a questo, è necessario guardare al futuro. Partendo dalla formazione – spiega Muroni, capofila della filiera – vogliamo stimolare curiosità, creare interessi, nuove professionalità e, cosa non scontata, nuove opportunità di lavoro”. Negli ultimi mesi la filiera ha costituito un tavolo di lavoro per creare una rete di collaborazioni con le diverse amministrazioni comunali e con le associazioni locali che si occupano di cinema. A fine aprile si è tenuta la prima edizione del Simeoni Festival, due giorni di incontri, laboratori e conferenze dedicati a Sandro Simeoni, cartellonista cinematografico (suoi i manifesti de ‘La dolce vita’, ‘Accattone’ e ‘Un americano a Roma’). “Quest’anno – conclude Muroni – tra corsi, masterclass, campus e festival arriveremo a coinvolgere un migliaio di giovani e giovanissimi. Siamo sulla strada giusta”. (ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.