inghilterra,-la-contea-di-nottingham-da-l’ok-alla-costruzione-in-un-inceneritore-a-recupero-di-energia-da-385-milioni-di-euro

Inghilterra, la Contea di Nottingham dà l’ok alla costruzione in un inceneritore a recupero di energia da 385 milioni di euro

Il Nottinghamshire County Council ha dato l’ok per la costruzione di un inceneritore a recupero di energia da 385 milioni di euro: gestirà 472.000 tonnellate di rifiuti all’anno

Svolta green per la Contea di Nottingham. Il Nottinghamshire County Council ha concesso il permesso per la costruzione di un inceneritore a recupero di energia da realizzare su un terreno all’interno del centro energetico di Ratcliffe-on-Soar. L’ok ad Uniper per costruire il centro di rigenerazione energetica delle Midlands Orientali (EMERGE) da 330 milioni di sterline (385 milioni di euro) è stato dato dal Planning and Rights of Way Committee del consiglio di contea. La struttura potrà occuparsi dello smaltimento di 472.000 tonnellate di rifiuti residui ogni anno, generando al contempo 45 nuovi posti di lavoro permanenti.

Prima di dare il via libera definitivo, è stata valutato con attenzione l’impatto ambientale (compresi gli effetti delle emissioni di carbonio) che la struttura avrà sulla cintura verde e sulle comunità locali, servite a sciogliere i dubbi dei detrattori e a rassicurare chi ha a cura la protezione dell’ambiente: “questo nuovo centro fornirà un modo molto migliore per gestire i rifiuti residui rispetto allo smaltimento in discarica, l’unica altra alternativa, e genererà elettricità per alimentare se stesso e anche circa 90.000 case attraverso la rete nazionale. Nel complesso, il comitato ha accettato che questo nuovo centro fornirà un modo accettabile per gestire i rifiuti non riciclabili di residenti e aziende di Notts, proteggendo al contempo il nostro prezioso ambiente“.

Il progetto, prima di essere approvato, è stato oggetto di 3 cicli di consultazioni senza alcuna obiezione da parte del Rushcliffe Borough Council. L’inceneritore verrà costruito in 36 mesi e aprirà nel dicembre 2024.


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *