venezia-79,-il-bagno-della-madrina-rocio-munoz-morales:-le-foto

Venezia 79, il bagno della madrina Rocío Munoz Morales: le foto

Alla Mostra del Cinema di Venezia il bagno della madrina nelle acque di Venezia è ormai un rito. Un grande evento mediatico con uno shooting a piedi nudi, in tiro con l’abito da sogno, sul bagnasciuga del Lido. A questa sorta di battesimo non s’è sottratta neanche Rocío Muñoz Morales, madrina di Venezia 79. L’attrice spagnola, di bianco vestita, sorridente e divertita, immortalata da decine di fotografi ha giocato nelle acque tra spruzzi e corse tra le onde (vedi gallery sotto). Dando ufficialmente il via, col suo tuffo al Lido, all’edizione numero settantanove della Mostra. 

Rocío Munoz Morales è la ventunesima madrina nella storia della Biennale del Cinema. A introdurre questa figura, che ha il compito di traghettare pubblico e protagonisti della Mostra dal debutto alla consegna dei premi, è stato nel 2000 il visionario e innovativo direttore Marco Müller, che per quell’edizione, la 57a, scelse per il nuovo ruolo Chiara Caselli. Una novità poi confermata negli anni dall’attuale direttore Alberto Barbera, che quest’anno ha voluto Rocío. Una scelta che ha riempito d’orgoglio l’attrice spagnola. Già stamattina, approdando in motoscafo all’imbarcadero dell’Hotel Excelsior, la neomadrina aveva dichiarato: «È un onore per me essere qui. È bello, bello, bello, più bello di quanto immaginassi. Questo è un luogo magico. Per me è una grande emozione, una gioia infinita». Poi, appena scesa dal motoscafo, Rocío aveva voluto esprimere tutto il suo amore per l’Italia: «Io amo follemente questo Paese», aveva detto ai giornalisti. «Era il mio destino vivere in questo bellissimo Paese. Sono fiera di essere alla Mostra del Cinema, sono fiera di essere in Italia».

Ora la madrina ci ha regalato anche l’iconico bagno nelle acque di Venezia. E durante il “battesimo”, col suo sorriso raggiante, ha incantato tutti. Ma nei prossimi giorni, se possibile, la vedremo ancora più felice. Perché presto, come ha rivelato lei stessa, a Venezia la raggiungerà la sua famiglia: il compagno Raoul Bova e le loro due bambine (Luna e Alma)

Altre storie di Vanity Fair che ti possono interessare

Related Posts

Lascia un commento