ungheria-a-cesena-con-ultras-in-nero-e-orban

Ungheria a Cesena con ultras in nero e Orban

Prima della partita qualche tensione fuori dallo stadio

(ANSA) – CESENA, 07 GIU – Una squadra di millecinquecento tifosi, molti in divisa nera, che hanno incitato la loro nazionale dall’inizio alla fine e l’accompagnamento speciale del premier, Viktor Orban. L’Ungheria allenata dall’italiano Marco Rossi, ex calciatore della Sampdoria dove giocò con il ct azzurro Roberto Mancini, si è presentata così allo stadio Dino Manuzzi di Cesena per affrontare l’Italia nella seconda partita di Nations League, dopo la vittoria casalinga con l’Inghilterra, maturata in uno stadio pieno di bambini che ha fischiato gli inglesi, e fatto ululati, mentre si inginocchiavano contro il razzismo. Gli ultras magiari hanno urlato spesso più forte dei tifosi italiani, in uno stadio esaurito con 15mila presenti. Cori, boati a ogni azione, fischi agli azzurri e un accenno di ‘Geyser Sound’. Prima della partita sono stati scortati dalle forze dell’ordine fino allo stadio e c’è stato un breve momento di tensione, vicino al bar frequentato dai tifosi cesenati, con un tafferuglio presto sedato dalle forze dell’ordine.

    Orban, sovranista che vede nello sport uno dei settori che affermano il proprio modello sociale, è arrivato quasi un’ora prima dell’inizio della gara, ha assistito al riscaldamento delle due squadre applaudendo la sua nazionale, spesso restando in piedi. Cravatta arancione e sciarpa rosso bianco e verde, ha guardato il match a fianco del presidente della Figc Gabriele Gravina e dietro al sindaco di Cesena Enzo Lattuca. Il primo cittadino ha salutato con una stretta di mano e una parola di benvenuto l’intera delegazione ungherese presente. Non sono presenti altre istituzioni italiane. (ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.