una-foresta-di-alberi-di-caffe:-il-progetto-nespresso-in-collaborazione-con-treedom

Una foresta di alberi di caffè: il progetto Nespresso in collaborazione con Treedom

Oltre 5mila alberi di caffè piantati in Colombia, Guatemala e Kenya, con l’obiettivo di arrivare a 10mila entro la fine dell’anno: in occasione della Giornata mondiale della Terra, prevista per il 22 aprile, Nespresso presenta la sua iniziativa in collaborazione con Treedom, piattaforma online italiana che permette di piantare alberi a distanza e seguirne gli aggiornamenti.

Il progetto ha l’obiettivo di contribuire alla tutela dell’ambiente e al sostegno delle comunità locali dei tre Paesi dove sono stati piantati gli alberi di caffè che, crescendo in consociazione con altre specie, porteranno una capacità di assorbimento fino a 550mila kg di Co2.

Il caffè espresso italiano candidato a patrimonio Unesco

Nespresso per Treedom

nespresso-foresta-caffè

Nespresso per Treedom. Coffee for Good: questo il nome dell’iniziativa, lanciata lo scorso 19 aprile e aperta alla partecipazione dei clienti, che potranno fare una donazione ricevendo in cambio un astuccio di Caffè Colombia e un QR Code che permetterà di sentirsi parte della foresta, alla cui crescita l’azienda, destinerà parte del ricavato.

Le aree interessate usufruiranno dei molti benefici che piantare alberi in sistemi agroforestali è in grado di apportare: dal sostegno alla riforestazione, al miglioramento della qualità dell’aria, attraverso la produzione di ossigeno e l’assorbimento di CO2 di cui le piante sono capaci, fino al contributo per abbassare le temperature.

Leggi anche: Nasce Slow Food Coffee Coalition, la rete mondiale che riunisce la filiera del caffè

I benefici

caffè-nespresso

Le piante di caffè saranno in grado di trattenere l’umidità nel terreno favorendo la crescita delle colture, contrastare la desertificazione e proteggere la biodiversità, offrendo riparo e nutrimento a diverse specie vegetali e animali. Il tutto rendendo anche le colture più resilienti dagli eventi climatici estremi, sempre più frequenti.

Tutte le piante di caffè rimarranno di proprietà dei coltivatori coinvolti che, grazie alla collaborazione di Treedom, riceveranno una formazione specifica e assistenza per prendersene cura nei loro primi anni di vita e acquisire le competenze necessarie alla loro corretta coltura e gestione, guadagnando così un’opportunità di reddito in più e la possibilità di trasferire professionalità all’interno della comunità. Un processo virtuoso di crescita che vede così il sostegno al tessuto economico locale e alla microimprenditorialità, che può creare ricadute positive anche dal punto di vista sociale.

“Abbiamo voluto lanciare un’iniziativa che ci permettesse non solo di contribuire alla salvaguardia dell’ambiente e delle comunità locali nei Paesi da cui provengono anche i nostri caffè, ma di rendere i nostri clienti parte attiva di questo grande progetto”, spiega Michele Frigerio, direttore marketing di Nespresso Italiana.

“L’obiettivo di Treedom è aggregare le comunità dietro un unico scopo: rendere il pianeta più verde e più giusto – assicura Susanna Finardi, Treedon Partner & Head of Business Partnership -, scegliendo di piantare l’albero giusto, nel posto giusto, e per il giusto scopo”.

L’articolo Una foresta di alberi di caffè: il progetto Nespresso in collaborazione con Treedom proviene da InformaCibo.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.