Serena Rossi, l’arrivo a Venezia della madrina del Festival

La foto di rito, con la mano alzata a mimare un saluto, è finalmente arrivata. Serena Rossi, in completo bianco, è sbarcata al Lido di Venezia, dove, il primo settembre, sarà inaugurata la settantottesima Mostra del Cinema. «Sarò qui per tutto il periodo del Festival, e cercherò di non perdere neanche un film», ha detto la madrina della kermesse, certa che la cerimonia di apertura possa portarle nuove e più forti sensazioni. «Torno a Venezia dopo essere stata in Concorso con Ammore e Malavita dei Manetti Bros. Ricordo quell’emozione, ma la cerimonia di apertura sarà altro, sarà più potente», ha provato a presagire, spiegando di aver rivolto lo sguardo indietro per catturare le caratteristiche di ogni madrina, senza con ciò voler instaurare alcun confronto. «Sarò me stessa, come sempre. È inutile fare paragoni: ogni Mostra è a sé, ogni edizione respira l’aria del suo tempo, com’è giusto che sia, e questo tempo è così, in bilico tra la ripresa e un contesto drammatico che sembra non darci tregua».

Serena Rossi, nascosta dietro gli occhiali scuri, ha mitigato con un sorriso le proprie parole, concentrando poi ogni sua attenzione all’aspetto festante di Venezia. Ai film, agli ospiti, ai red carpet, «Perché anche il glamour mi piace».

LEGGI ANCHE

Serena Rossi, madrina di Venezia 78, tra carriera e vita privata: «Moglie no»

LEGGI ANCHE

Mostra del Cinema di Venezia 2021: tutti i look delle star (e i nostri voti)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *