sbk-2022-gp-di-francia-a-magny-cours:-bravo-bau…-tosto!-[video]-–-superbike-–-moto.it

SBK 2022. GP di Francia a Magny Cours: Bravo Bau… tosto! [VIDEO] – Superbike – Moto.it

Rea sbaglia e Toprak viene tradito dai freni della sua Yamaha, mentre Bautista non perdona ed incrementa il suo vantaggio in classifica, dopo aver piegato Redding e la BMW

10 settembre 2022

Magny Cours è la pista dove Toprak Razgatlioglu ha vinto le sue prime due gare nel WorldSBK e dove Jonathan Rea non solo ha vinto nove volte, ma ha anche festeggiato alcuni dei suoi sei titoli mondiali.

Su questo tracciato negli ultimi sei anni la Ducati ha invece vinto solo due volte, con Chaz Davies nel 2017 e con Scott Redding nel 2020. Se a questo aggiungiamo che nei suoi tre anni in Superbike Alvaro Bautista non era mai salito sul podio francese, e che Jonny e Toprak avevano fatto segnare lo stesso tempo in Superpole, staccando lo spagnolo di tre decimi, era evidente che la gara odierna vedeva nettamente favoriti il pilota della Kawasaki e quello della Yamaha, con il leader della Ducati condannato a limitare i danni.

In pochi giri però la situazione si è ribaltata. Prima Rea al termine del secondo passaggio e pochi minuti dopo Razgatlioglu nel corso del terzo giro sono caduti, mentre Bautista era secondo dietro ad uno scatenato Redding. Jonny e Toprak sono rientrati in pista, ma solo il turco ha portato a casa qualche punto, mentre Alvaro ha piegato in fretta la resistenza del pilota della BMW andando a conquistare 25 punti pesantissimi che lo portano a +56 punti su Rea e a +58 su Razgatlioglu.

Dietro di lui ha concluso Redding, che sembra aver trovato la chiave giusta per rendere competitiva la M 1000 RR, e il nostro Axel Bassani. “Questa volta sono salito sul podio su pista asciutta – ha commentato il pilota del team Motocorsa – in molti pensavano che io andassi forte solo sul bagnato, ma oggi ho dimostrato il contrario”. Il veneto non ha soltanto conquistato il suo secondo podio in Superbike, ma ha anche vinto il duello a distanza con Michael Ruben Rinaldi per la Panigale V4 ufficiale 2023.

Da parte sua Rinaldi ha condotto un’ottima gara, ma è stato sfortunato quando non gli entrata una marcia ed ha dovuto fare una lunga escursione sulla sabbia che lo ha poi costretto al sesto posto finale. Davanti a lui anche Alex Lowes e un ritrovato Garrett Gerloff. Delude Andrea Locatelli che ha corso una gara anonima terminata al settimo posto. Pe quanto riguarda gli altri italiani Luca Bernardi ha chiuso quindicesimo raccogliendo un punto, mentre Roberto tamburini è stato rallentato da problemi di gomme ed ha terminato in diciannovesima posizione.

Related Posts

Lascia un commento