risotto-al-radicchio-di-verona-e-formaggio-asiago-–-informacibo

Risotto al radicchio di Verona e formaggio Asiago – InformaCibo

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 13/12/2022

Il risotto al radicchio è un primo piatto invernale cremoso e vegetariano che piace a tutti. La tradizione di questa ricetta è veneta, per cui impiegheremo come ingredienti materie prime regionali come il riso Vialone Nano e il radicchio di Verona Igp, tipico di questo periodo dell’anno.

Il riso Vialone Nano Igp

L’Indicazione Geografica Protetta “Riso Nano Vialone Veronese” si riferisce soltanto a riso ottenuto da semi rigorosamente selezionati della specie japonica della varietà Vialone Nano.  Il disciplinare impone che la coltivazione sia praticata su terreni lasciati “riposare” con l’avvicendamento delle colture. La lotta ai parassiti è demandata alle buone tecniche di coltivazione, non ai pesticidi. Questo richiede lavorazioni particolari del terreno e una attenta regolazione dell’acqua nelle risaie.

Le concimazioni, bilanciate con l’apporto di sostanza organica, devono mirare alla produzione di granella sana e matura e le produzioni massime per ettaro non devono superare i 70 quintali, nel rispetto di ambiente e territorio.

Insomma: precise indicazioni ne proteggono la storia e la qualità. Ed anche l’ambiente in cui viene prodotto.

Risotto al radicchio: gli altri ingredienti

In questa ricetta del risotto al radicchio uniremo il riso Vialone Nano ad altri due prodotti tipici del territorio veneto, in particolare il radicchio di Verona Igp e il formaggio Asiago Dop. Il primo, con quel suo sapore amarognolo, dona una punta di freschezza al piatto. che si equilibra alla perfezione con la dolcezza e la cremosità del formaggio Asiago.

La ricetta

Risotto al radicchio

Ecco la ricetta del risotto veneto al radicchio con tanti prodotti di qualità ideale per la stagione invernale e anche per i menu giù raffinati delle Feste. Il risotto è un piatto della tradizione italiana molto apprezzato- Inoltre, il risotto, può essere considerato un piatto in grado di unire e armonizzare esigenze dietetiche differenti: è infatti naturalmente privo di glutine e perfetto per molte ricette vegetariane.

  • 400 g di Riso Nano Vialone Veronese IGP
  • 240 g di formaggio Asiago DOC-DOP
  • 4 cespi di radicchio rosso di Verona IGP
  • 30 g di burro
  • 40 g di Grana Padano grattugiato
  • 800 g di brodo vegetale
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 ⁄2 cipolla rossa di Tropea
  • mezzo porro
  • 1 bicchierino di vino Bianco Sauvignon DOC
  • sale e pepe quanto basta

  1. Mettere l’olio e metà del burro in una padella antiaderente e far dorare per 10 minuti l’aglio intero, la cipolla e il porro tagliati finemente.

  2. Nel frattempo, mondare i radicchi, tagliarli a pezzetti e quindi aggiungerli nella padella mescolando bene.

  3. Salare e pepare e quindi lasciar cuocere a fuoco lento.

  4. Sminuzzare il formaggio, lasciandone una piccola parte intera che servirà alla fine a scaglie.

  5. Dopo 20 minuti, aggiungere il mezzo bicchiere di vino bianco e portare a cottura il sugo (il radicchio dovrà risultare cotto ma non sciolto).

  6. Poco prima di spegnere il sugo aggiungere una manciata di formaggio sminuzzato.

  7. Portare a ebollizione il brodo vegetale, versare il riso e lasciarlo cuocere per almeno 16 minuti.

  8. Aggiungere tutto il formaggio sminuzzato e mescolare.

  9. Attendere un paio di minuti e quindi aggiungere il sugo di radicchio, mantecare con il rimanente burro e il formaggio Grana.

  10. Lasciare riposare per 2 minuti, quindi servire guarnendo con le scaglie di Asiago.

Condividi L’Articolo

L’Autore

Related Posts

Lascia un commento