riforma-concorsi-scuola-2022-– 70mila-immissioni-in-ruolo-entro-il-2024

Riforma Concorsi Scuola 2022 – 70mila immissioni in ruolo entro il 2024

Riforma Concorsi Scuola 2022 – 70mila immissioni in ruolo entro il 2024 Concorsando.it.

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Entro Giugno dovrà essere ultimata una Riforma Concorsi Scuola 2022 direttamente connessa al PNRR, il cui obiettivo è arrivare entro il 2024 a 70000 immissioni in ruolo di Docenti.

In questa guida faremo il punto della situazione spiegando nel dettaglio quali sono i cambiamenti previsti per i Concorsi Scuola. Ci preme inoltre ricordarti che per restare aggiornato su tutti i principali Concorsi 2022 puoi collegarti al ChatBOT Telegram.

Se i Concorsi Scuola 2022 non è tra quelli che ti interessano puoi sempre dare un’occhiata agli altri bandi in scadenza.

, ,

Concorsi Scuola – Come cambieranno

I dettagli sulla Riforma

È stata pubblicata una bozza della riforma?

Sì, tutti i dettagli presenti in questo articolo sono anticipazioni presenti all’interno di una bozza che sarà presentata alla Commissione Europea entro Giugno.

A cosa è dovuta la riforma?

Secondo il senatore Roberto Rampi, la riforma è necessaria per ”Mettere un punto fermo sulla modalità con cui si diventa insegnanti in questo Paese”. Inoltre, l’idea è che le nuove modalità possano “durare per decenni”.

Cosa prevede la riforma?

Per rispettare l’obiettivo delle 70mila immissioni in ruolo, la riforma del reclutamento prevede due percorsi separati:
– un percorso universitario di formazione iniziale con almeno 60 crediti formativi, con una prova finale abilitante ed un “concorso pubblico nazionale, indetto su base regionale o interregionale” e un periodo di prova di un anno;
– percorsi appositi per i precari.

Quando sarà confermata?

La riforma sarà ultimata ed eventualmente confermata entro Giugno 2022.

Formazione iniziale per i neolaureati

La riforma prevede percorsi di formazione per diventare insegnante?

Sì, il primo percorso previsto dalla riforma del reclutamento scuola prevede un corso di formazione.

Come si svolge il corso di formazione?

Non ci sono al momento molti dettagli sul corso di formazione. Sappiamo che verrà impartito da centri di Ateneo per il conseguimento di 60 crediti formativi e prevede successivamente una prova di abilitazione che darà l’accesso al concorso a cattedra.

Quali sono le novità sul concorso a cattedra a cui si accede dopo la formazione?

Il concorso a cattedra a cui si accede dopo la formazione viene indetto su base regionale o interregionale.

Inoltre, al superamento di quest’ultimo si accederà all’anno di prova che si concluderà con la valutazione finale e la definitiva immissione in ruolo. 

Reclutamento per i docenti precari

Com’è strutturato il percorso di reclutamento per i docenti precari?

Oltre ai percorsi di formazione per neolaureati, la riforma prevede un altro canale del reclutamento per docenti precari, ovvero insegnanti con almeno 36 mesi di attività.

I docenti precari potranno accedere direttamente al concorso pubblico e procedere successivamente ad un riallineamento formativo tramite un contratto part-time ed un percorso finalizzato all’acquisizione di 30 CFU nei centri di Ateneo, con successiva prova di abilitazione e anno di prova.

Altre fasi di reclutamento

Come si svolgeranno i concorsi scuola prima della riforma?

La riforma prevede una fase transitoria, che ha l’obiettivo di accelerare l’immissione in ruolo dei docenti fino al 2024.

Com’è strutturata la fase transitoria?

La fase transitoria prevede due percorsi:

1. chi ha la laurea magistrale e 30 CFU formativi universitari e accademici, potrà accedere al concorso docenti. Una volta superato il concorso si otterrà un contratto di supplenza part-time e si integrerà la formazione iniziale con altri 30 CFU e si andrà alla prova finale per ottenere l‘abilitazione. Con questa abilitazione si potrà insegnare nelle scuole paritarie.

2. per completare il percorso e insegnare nelle scuole statali, si dovrà intraprendere l‘anno di prova al termine del quale è prevista la valutazione finale. Chi avrà valutazione positiva sarà infine immesso in ruolo.

Altri concorsi in scadenza o di prossima uscita

Oltre ai Concorsi Scuola potrebbero interessarti anche i seguenti concorsi in primo piano o i concorsi in uscita.

Riforma Concorsi Scuola 2022 – 70mila immissioni in ruolo entro il 2024 Concorsando.it.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.