regina-elisabetta-e-morta-al-castello-di-balmoral,-il-suo-“rifugio”-nei-momenti-piu-bui-della-corona-ma-anche-nido-d'amore-con-filippo-–-il-fatto-quotidiano

Regina Elisabetta è morta al Castello di Balmoral, il suo “rifugio” nei momenti più bui della Corona ma anche nido d'amore con Filippo – Il Fatto Quotidiano

Era il suo posto del cuore, il suo “rifugio” dai doveri e dalle preoccupazioni di Corte, il suo nido d’amore con il principe Filippo. Ed è qui che ha deciso di trascorrere i suoi ultimi giorni di vita, rimanendovi anche quando le sue condizioni di salute precipitavano. La regina Elisabetta è morta al Castello di Balmoral, in Scozia, da sempre il luogo del cuore e della serenità per la Sovrana, che qui amava trascorrervi l’estate e le festività natalizie. La residenza ha una lunga tradizione che risale alla regina Vittoria e al principe consorte Alberto: nel 1848 vi passarono l’estate e fin da subito furono colpiti dalla dimora isolata nell’Aberdeenshire, che decisero di ampliare, coi lavori iniziati nel 1853 fino a realizzare l’edificio attuale, al centro di una tenuta di 20.000 ettari.

Qui Elisabetta ha trovato sempre conforto, in quello che è stato molto spesso il luogo di riunione dei Windsor, anche negli anni più difficili per la Corona, come nel periodo che va dalla separazione fra Carlo e Diana fino alla morte di quest’ultima nel 1997. E la regina ha trascorso momenti indimenticabili col marito Filippo al fianco e il resto della famiglia che li raggiungeva nel corso del periodo estivo. Non è una caso che con la morte di Filippo, nell’aprile 2021, vennero diffuse proprio immagini ufficiali dei due insieme nella residenza scozzese.

Sicuramente uno dei luoghi più cari alla Sovrana nella dimora è il salotto dove teneva con orgoglio le immagini della sua numerosa famiglia, come era emerso in uno scatto del 2013. Negli ultimi mesi, dopo il trasferimento da Buckingham Palace al castello di Windsor, Elisabetta ha passato molto tempo a Balmoral, anche in giugno per una breve pausa prima di partecipare alle celebrazioni popolari clou del suo Giubileo di Platino. E qui ha scelto di rimanere nei giorni scorsi nonostante l’impegno di dover presiedere al passaggio di consegne del premier britannico, da Boris Johnson a Liz Truss. Ora, con la sua morte proprio nelle stanze del Castello, per la prima volta nella sua storia la residenza è diventata sede di questo momento istituzionale fondamentale per il Regno Unito.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO

DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.

Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI

Grazie Peter Gomez

Related Posts

Lascia un commento