rassegna-ravenna-festival-unisce-musica-e-preghiera

Rassegna Ravenna Festival unisce musica e preghiera

‘In Templo Domini’, percorsi attraverso le basiliche cittadine

(ANSA) – ROMA, 04 GIU – È affidato al Coro e Ensemble 1685 dell’Istituto Superiore di Studi Musicali ‘G.Verdi’, diretti da Antonio Greco, il primo degli appuntamenti – domenica 5 giugno alle 12 nella Basilica di San Giovanni Evangelista – di ‘In templo Domini’, rassegna di Ravenna Festival che da anni unisce musica e preghiera in suggestivi percorsi attraverso le basiliche cittadine Il 14 e 15 giugno, alle 19 nel Chiostro del Museo Nazionale, debutta ‘Frammenti infernali’, una produzione originale che prende le mosse dal testo di Andrea De Luca (che ne è anche regista) ed è concepita al servizio della composizione musicale, quella degli allievi del corso di Mauro Montalbetti. L’omaggio è pasoliniano e dantesco al tempo stesso, dato che si ispira a ‘La Divina Mimesis’, in cui Pasolini si cimentò dal 1963 fino alla morte. In quest’opera, pubblicata incompiuta e postuma, Pasolini contrappose un Inferno neocapitalistico a quello medievale immaginato dal Poeta. Dal 22 al 24 giugno e dal 29 giugno all’1 luglio, alle 19 nel Cortile Polo delle Arti (Piazza Kennedy), sarà tempo di ‘Eclettica’, sei appuntamenti che vedranno impegnate le allieve del Master della docente Alda Caiello misurarsi con il cabaret, il folklore e la canzone colta. Accompagnate da Giovanni Guastini al pianoforte, interpreteranno Bernstein, Britten, Schönberg, Gershwin, Berio, Ravel, Poulenc e molti altri.

    ‘Eclettica’ è uno dei volti dei ‘Concerti delle 7’, che si completano con gli appuntamenti con il Coro del Teatro dell’Opera Nazionale d’Ucraina e quelli con le formazioni da camera dell’Orchestra Cherubini.

    Dall’8 al 14 luglio, ogni giorno alle 19.30, la Basilica di San Vitale accoglie ‘Storia di un figlio cattivo’, sacra rappresentazione ispirata alle Confessioni di Sant’Agostino ma concentrata su Monica, la madre che non ha mai smesso di pregare per la conversione del figlio. La produzione rinnova, dopo il successo di ‘Teodora’ nel 2021, il dialogo fra Ravenna Festival e il Festival di Musica Sacra di Pordenone. Dal 31 ottobre al 6 novembre, poi, il Festival tornerà in scena al Teatro Alighieri con la ‘Trilogia d’Autunno’ , quest’anno dedicata ai capolavori di Mozart e Da Ponte. (ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.