rabbia-post-partum:-cio-che-si-vede-e-non-si-vede-|-mamme-magazine

Rabbia post-partum: ciò che si vede e non si vede | Mamme Magazine

Il quarto trimestre è la parte più difficile della crescita e della nascita di un bambino per molte madri, e la rabbia post-partum è molto diffusa. Si tratta di un cambiamento totale del modo in cui avete vissuto la vostra vita negli ultimi nove mesi.

Subito dopo il parto, i livelli di estrogeni e progesterone si abbassano drasticamente. Con gli ormoni in subbuglio e l’atto fisico ed emotivo del parto, tutto questo può mettervi in ginocchio.

Tuttavia, è importante sapere che non siete sole a provare quei sentimenti che alcuni chiamano “rabbia post-partum” durante questo periodo difficile.

Rabbia post-partum: quali sono i sintomi?

I sintomi della rabbia post-partum possono essere i seguenti:

  • Un aumento delle urla o delle parolacce
  • Difficoltà a controllare il proprio temperamento
  • Espressione fisica della rabbia, come pugni o lancio di oggetti
  • Sperimentare pensieri o impulsi violenti
  • Provare una marea di emozioni in seguito, tra cui la vergogna
  • Rimuginare sulle cose che vi hanno fatto arrabbiare
  • Incapacità di migliorare il proprio stato d’animo da soli

Sebbene questi sintomi siano presenti, all’esterno non c’è molto che indichi la presenza di un problema.

Certo, ci sono le borse sotto gli occhi dovute alla mancanza di sonno. Potreste essere brevi e talvolta scortesi con le parole, ma questo non è insolito per una neomamma. Dopotutto, forse vi state ancora riprendendo dal parto e vi state prendendo cura di un neonato. Sebbene abbiate cercato di prepararvi a questa esperienza post-partum, la realtà non è qualcosa a cui ci si può veramente preparare.

La rabbia post-partum non è infrequente

Molte donne non si rendono conto che la rabbia post-partum non è rara, ma abbiamo paura di parlarne, paura di sentirla e paura di capire cosa bolle in pentola. Come già detto, negli ultimi nove mesi i nostri ormoni sono stati sulle più grandi montagne russe conosciute dall’uomo. Ora il mondo si aspetta che torniamo alla normalità, che abbandoniamo tutto e che diventiamo la mamma numero uno. A volte sembra che il mondo dimentichi che noi mamme siamo esseri umani che possono avere difficoltà ad adattarsi alla nostra nuova vita.

Rabbia post-partum rimedi

Cosa fare e trattamenti

Se vi trovate a provare un’intensa rabbia, potete trovare aiuto. Esistono diverse opzioni di trattamento ed è per questo che è meglio parlare con il proprio medico per determinare quale sia il trattamento migliore per voi. Le diverse opzioni sono:

  • Gruppi di sostegno – ricevere consigli di auto-aiuto e incontrare altre madri che vivono le stesse esperienze può aiutare a convalidare i propri sentimenti. Possono essere organizzati online o di persona.
  • Terapia di coppia – con un consulente o uno psicologo per imparare le tecniche di coping. Non dimenticate che anche gli uomini possono soffrire di depressione post-partum.
  • Farmaci e/o ricovero – quando necessario, i farmaci o il ricovero sono necessari per un periodo di tempo temporaneo per aiutare a migliorare il suo stato d’animo generale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.