“questo-cambia-le-regole-del-gioco”.-la-mossa-dell’ue-che-fa-infuriare-mosca

“Questo cambia le regole del gioco”. La mossa dell’Ue che fa infuriare Mosca

Dopo la ritirata di Mosca da Kiev e l’intensificarsi degli scontri nel Donbass, sembra quasi che la pace, le trattative, i negoziati non siano più la priorità di nessuno. L’Ue dice che ora “servono più armamenti che embargo all’energia”. Zelensky ribadisce che occorrono “innanzitutto armi”. La Russia legge il tutto come un “cambio” delle regole del gioco. E la Nato continua a mantenere una posizione di attesa aggressiva, così poco votata alla diplomazia da far infuriare anche Pechino.

Lo scontro Nato-Cina

Partiamo dall’Oriente. La Cina sin qui ha cavalcato l’altalena di chi non vuole abbandonare Putin al suo destino né può fare a meno del ricco mercato Occidentale cui vende le sue merci a basso costo. Evitare che Xi Jinping decida di varcare il Rubicone e sostenere (anche militarmente) la Russia dovrebbe essere l’obiettivo primario dell’Alleanza Atlantica. Come ha fatto notare il generale Tricarico, invece, le dichiarazioni del segretario Generale Jens Stoltenberg sono sempre state di “irrigidimento delle posizioni” e mai votate alla “distensione”. Quando a microfoni accesi s’è lasciato sfuggire che la Cina pone “una sfida sistemica” alla sicurezza nazionale delle “democrazie” non ha certo favorito il dialogo tra i grandi del mondo. E infatti oggi in tutta risposta Pechino ha prima richiesto una “indagine equa e indipendente” sulla strage della stazione di Kramatorsk. E poi ha attaccato frontalmente l’Alleanza Atlantica esortandola ad “astenersi dal tentativo di destabilizzare l’Asia o il mondo in generale”. La Cina denuncia accuse “infondate e diffamatorie”, ma anche “osservazioni false e provocatorie”, e chiede all’Alleanza di abbandonare “l’approccio conflittuale di tracciare linee basate sull’ideologia”. Un pianeta tornato ai tempi della Guerra Fredda, con Russia e Usa sul piede di guerra, di tutto ha bisogno tranne che di un Dragone pronto a scendere in campo.

L’articolo “Questo cambia le regole del gioco”. La mossa dell’Ue che fa infuriare Mosca proviene da Nicola Porro.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.