provincia:-approvato-il-bilancio-di-previsione

Provincia: approvato il Bilancio di previsione

Redazione 22 dicembre 2022 13:12

L’Assemblea dei Sindaci del Parmense, riunita stamattina a Palazzo Giordani e in teleconferenza, ha espresso parere favorevole sul Bilancio di Previsione 2023-2025 della Provincia. Il Bilancio è stato poi approvato definitivamente dal Consiglio Provinciale, che si è riunito subito dopo, col voto contrario del Gruppo Insieme per la Provincia di Parma.

“Un bilancio importante, in cui tornano i grandi investimenti su strade e scuole: quasi 60 milioni di euro, di cui 40 per le strade e 20 per le scuole superiori;  di questi ultimi, 17 milioni sono di finanziamenti Pnrr, come la nuova scuola di via Toscana –  ha sottolineato il Presidente della Provincia Andrea Massari – Continuiamo inoltre a fornire servizi ai Comuni, come la stazione appaltante e i concorsi, con quattro liste di idonei attivate. E tutto questo nonostante le minori entrate tributarie e le maggiori spese per il personale, per l’energia e per gli interessi passivi. Con questa doppia approvazione l’Ente può dunque proseguire con le sue attività senza incorrere nelle difficoltà del bilancio provvisorio.”

Tutti i numeri del bilancio sono stati illustrati dal dirigente del Servizio Finanziario dott. Menozzi.

Vari sindaci hanno ringraziato la Provincia, hanno chiesto interventi nei loro territori, hanno ammesso che la riforma istituzionale non ha funzionato e hanno auspicato che gli amministratori della Provincia tornino ad essere eletti direttamente.

Il Sindaco di Parma Michele Guerra ha espresso apprezzamento sia per il bilancio sia sul metodo di lavoro, sulla collaborazione concreta con Provincia su strade e scuole e anche sulla politica di sinergia, con molti progetti sfidanti portati avanti insieme. “La Provincia è fondamentale come elemento di collegamento tra i Comuni, questo bilancio ne riafferma la centralità e mostra la sua capacità di lettura del territorio” ha dichiarato.

Intervenuti anche il primo cittadino di Tizzano Bodria, di Berceto Lucchi, di  Bedonia Serpagli, di Noceto Fecci, di Zibello Spigaroli, di  Sissa Trecasali Bernardi, di Salsomaggiore Fritelli, di Palanzano Boraschi, di Fontanellato Pinazzi, di Sorbolo Cesari, di Varsi Peracchi.

Hanno espresso voto contrario i Sindaci di Lesignano, Traversetolo, Felino, Fontevivo Solignano, Soragna, Tornolo, Varano dei Melegari. Si sono astenuti i Sindaci di Colorno e di Monchio delle Corti.

L’Assemblea dei Sindaci si è poi espressa anche su alcuni altri temi all’ordine del giorno. E’ stato assunto l’indirizzo strategico “Provincia Sicura”, che prevede azioni per il contrasto dell’incidentalità stradale e per la promozione di una cultura della sicurezza, che prevede un piano di installazione di tutor sulle strade provinciali e sulla Massese, concordato con la Prefettura e illustrato dal Dirigente dott. Ruffini, contrario il sindaco di Tizzano Bodria.

L’Assemblea all’unanimità si è poi espressa in modo nettamente contrario alla riattivazione dello sfruttamento delle Miniere di Corchia e favorevole ad avviare invece lo sviluppo della collaborazione tra la Provincia di Parma e l’Università degli Studi di Parma (UNIPR – SCVSA) propedeutica alla definizione delle azioni di tutela delle risorse idriche in Val Manubiola e in val Cogena.

L’Assemblea dei Sindaci ha approvato infine all’unanimità l’affidamento diretto a Tep del Servizio di trasporto pubblico locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia: approvato il Bilancio di previsione

Related Posts

Lascia un commento