pharma,-permira-finalizza-acquisizione-di-kedrion-e-bpl

Pharma, Permira finalizza acquisizione di Kedrion e Bpl

I fondi Permira hanno completato l’acquisizione congiunta e l’unificazione dell’azienda di biofarmaceutica Kedrion (controllata dalla famiglia Marcucci, Fsi e Cdp Equity) e Bpl (Bio Products Laboratory)

Al via l’unificazione del gruppo toscano Kedrion, focalizzato sui prodotti terapeutici plasmaderivati, e di Bio Products Laboratory (BPL), specializzato nel comparto delle malattie rare, sotto il controllo di Permira.

I fondi Permira, in partnership con la famiglia Marcucci e supportati dai loro co-investitori – una società interamente controllata dall’Abu Dhabi Investment Authority (Adia) e Ampersand Capital Partners – hanno completato l’acquisizione congiunta e l’unificazione dell’azienda di biofarmaceutica Kedrion e del gruppo inglese Bpl (Bio Products Laboratory), insieme agli attuali azionisti di Kedrion, tra cui Fsi, Cdp Equity ed altri investitori di minoranza. È quanto comunica Kedrion in una nota.

Dall’unione di Bpl e Kedrion nasce un player globale nel campo dei prodotti medicinali derivati dal plasma umano per il trattamento di pazienti con condizioni rare, che ne mettono a rischio la vita.

L’azienda unificata, con un fatturato 2021 di 1,1 miliardi di euro e quasi 4 mila addetti, avrà la sua sede principale in Italia. Ora l’obiettivo è la quotazione in Borsa della nuova entità.

Tutti i dettagli.

L’OPERAZIONE

Nella nuova compagine azionaria Permira e i suoi coinvestitori avranno il 63% delle azioni, mentre in minoranza resteranno la famiglia Marcucci, Fsi e infine Cdp. L’azionariato di Kedrion, ricordava a gennaio Borsa Italiana, era composto da Fsi Investimenti (24%), da Cdp Equity (25%) e dalla famiglia Marcucci.

Ad assistere i fondi Permira (che ha agito tramite un team guidato da Silvia Oteri) ci sono Morgan Stanley, Ey, Latham & Watkins, Alvarez & Marsal, Giliberti, Triscornia e Associati, e Maisto e Associati. Lazard, Natixis, Carnelutti e Pedersoli hanno assistito invece gli azionisti di Kedrion. Infine la famiglia Marcucci è stata assistita da Terzi & Partners e Carnelutti. Bofa Securities e Goodwin Procter sono stati gli advisor di Bpl e di Tii, azionista unico di Bpl.

L’intera operazione vale 2,5 miliardi di euro, su un gruppo che avrà ricavi consolidati per circa 1,2 miliardi di euro.

LA GOVERNANCE

A guidare la nuova azienda unificata ci sarà Ugo di Francesco, attualmente ceo del gruppo Chiesi. Entrerà in carica da gennaio 2023. Paolo Marcucci, co-fondatore di Kedrion, continuerà a ricoprire il ruolo di presidente e di Ceo dell’intero gruppo sino all’ingresso di Ugo Di Francesco, per poi mantenere l’incarico di presidente non esecutivo.

COS’È KEDRION

Kedrion è un’azienda toscana fondata nel 2001 dalla famiglia Marcucci con un ampio portafoglio costituito da 21 prodotti e oltre 600 autorizzazioni all’immissione in commercio in tutto il mondo.

Il gruppo produce e distribuisce farmaci plasmaderivati, ovvero sviluppati dalle proteine estratte dal plasma umano e utilizzati per trattare pazienti affetti da emofilia, immunodeficienze primarie, neuropatie, malattie infettive e altre gravi patologie. ​

COSA FA BPL

Bpl ha invece sede a Elstree (Regno Unito) e gestisce un portfolio mirato di prodotti nel comparto delle malattie rare ed è attiva nel settore del plasma.

LA NUOVA ENTITÀ

L’azienda che nasce dalla loro unione opererà secondo un modello unificato di raccolta plasma, che comprende quasi 75 centri negli Stati Uniti, e disporrà di un portafoglio di 37 prodotti salva-vita, con cui raggiungere oltre 100 Paesi. Si stima che il 60% circa del fatturato si concentrerà nel mercato statunitense con 10 prodotti autorizzati.

Allo stesso tempo, l’azienda manterrà una forte posizione in Italia e nel Regno Unito, oltre a stabilire la propria presenza sul mercato cinese grazie al recente accordo di distribuzione di Albuminex.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.