perche-l'antitrust-usa-interroga-amazon

Perché l'Antitrust Usa interroga Amazon

Negli Stati Uniti la Federal Trade Commission (Ftc) ha aperto un’indagine preliminare sull’acquisizione di iRobot da parte di Amazon. Faro antitrust anche sull’operazione One Medical

La stagione di shopping di Amazon è finita nel mirino dell’Antitrust Usa.

La Federal Trade Commission (Ftc) americana ha aperto una indagine sull’acquisto da parte di Amazon per 3,9 miliardi di dollari di 1Life Healthcare, che gestisce le cliniche One Medical in 25 mercati americani. Lo ha rivelato il 3 settembre il Wall Street Journal. Proprio One Medical ha dichiarato venerdì che la Ftc ha chiesto maggiori informazioni alla società e ad Amazon  sull’acquisizione.

Ma non finisce qui. Secondo Politico, l’Agenzia americana ha avviato una sonda anche sull’acquisizione da 1,7 miliardi di dollari del produttore di aspirapolvere robot iRobot da parte di Amazon per decidere se l’accordo viola la legge antitrust.

Il gigante della tecnologia e delle vendite al dettaglio sta spingendo sia per espandere la sua scuderia di dispositivi per la casa intelligente sia per entrare nel settore della sanità Usa, che vale 4.000 miliardi di dollari.

Tutti i dettagli.

L’ACQUISIZIONE DI IROBT

A inizio agosto Amazon ha annunciato il suo accordo da 1,7 miliardi di dollari (61 dollari per azione) per acquisire iRobot, produttore del robot aspirapolvere Roomba.

L’accordo ha il potenziale per espandere la gamma di robotica di Amazon e approfondire la sua presenza nelle case dei consumatori. Roomba si unirebbe infatti ad altri prodotti di proprietà di Amazon come l’altoparlante dell’assistente virtuale Alexa e il campanello video Ring che insieme offrono al rivenditore più modi per alimentare le case intelligenti.

Inoltre, l’anno scorso Amazon aveva svelato un proprio robot assistente domestico, chiamato Astro, che può aiutare con il monitoraggio della sicurezza domestica, alimentato dalla sua tecnologia per la casa intelligente Alexa.

Ma l’operazione deve ricevere il nulla osta da parte delle autorità di regolamentazione.

I TIMORI DELL’ANTITRUST USA SULL’ACQUISIZIONE DI AMAZON

E la Ftc non si è fatta attendere. La revisione di iRobot da parte della Ftc è di ampio respiro, ha affermato una delle fonti a Politico. Valuterà sia il rispetto della concorrenza sia se l’accordo aumenterà illegalmente la quota di mercato di Amazon nel mercato dei dispositivi connessi e nel mercato al dettaglio in generale. Come dicevamo Amazon vende anche Astro, un robot di fascia alta per compiti domestici come la consegna di articoli e la sicurezza domestica, che non è riuscito a guadagnare terreno con i consumatori.

La Federal Trade Commission sta anche studiando come l’acquisto si aggiungerebbe alla crescente gamma di dispositivi intelligenti di Amazon, che include anche le telecamere di sicurezza Ring e l’assistente digitale Alexa.

LA QUESTIONE DEI DATI

Tra le questioni al vaglio della Ftc c’è anche quella sui dati. Andrà infatti accertato se i dati generati sulla casa di un consumatore dall’aspirapolvere Roomba di iRobot conferiranno ad Amazon un vantaggio ingiusto rispetto a un’ampia varietà di altri rivenditori. Alcuni critici dell’operazione hanno già sollevato questa preoccupazione quando Amazon ha annunciato l’accordo per la prima volta all’inizio di questo mese, ricorda Politico. Ad esempio, Amazon potrebbe avere un vantaggio con un consumatore che cerca di acquistare un divano, utilizzando mappe dettagliate della casa generate da iRobot per suggerire articoli particolari.

FARO DELLA FTC ANCHE SULL’OPERAZIONE ONE MEDICAL

Inoltre, venerdì One Medical ha fatto sapere che la Federal Trade Commission degli Stati Uniti ha chiesto maggiori informazioni alla società e ad Amazon sull’acquisizione da 3,49 miliardi di dollari del fornitore di cure primarie da parte del rivenditore online.

La richiesta di nuove informazioni fa parte del processo di revisione dell’organismo antitrust statunitense, che di solito si esegue per verificare se un accordo ha conseguenze anticoncorrenziali.

IL COMMENTO DEGLI ANALISTI

Gli analisti hanno affermato che la limitata presenza sanitaria di Amazon dovrebbe ridurre al minimo i problemi di antitrust. Tuttavia, ci sono ancora dei rischi, dato che la società deve affrontare un controllo sulla sua posizione tecnologica dominante nel mercato. E Amazon ha cercato di giocare in anticipo su questo fronte.

Il colosso dell’e-commerce fondato da Jeff Bezos ha dichiarato di aver pianificato di chiudere il suo servizio di telemedicina, Amazon Care, entro la fine di quest’anno, poiché un accordo per l’acquisto di One Medical era in attesa dell’approvazione normativa. “Tale acquisizione, se approvata dalle autorità di regolamentazione, fornirebbe ad Amazon gran parte dell’accesso ai dipendenti aziendali che stava cercando con Amazon Care”, ha affermato Christina Farr, investitore di tecnologia sanitaria presso Omers Ventures, riporta il Financial Times. Grandi aziende come Google offrono One Medical ai dipendenti ricorda il quotidiano finanziario londinese.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Related Posts

Lascia un commento