per-la-guardi-di-finanza-di-bologna-cerimonia-dell’alzabandiera-insieme-ai-bambini-della-scuola-primaria-garibaldi

Per la Guardi di Finanza di Bologna cerimonia dell’alzabandiera insieme ai bambini della scuola Primaria Garibaldi

Nell’imminenza delle celebrazioni della “Festa della Repubblica”, lo scorso 1° giugno si è tenuta, presso la caserma intitolata alla memoria del “Sottobrigadiere Antonio Vaiani” – sede del Comando Provinciale e del Nucleo di polizia economico finanziaria delle Fiamme Gialle di Bologna – la cerimonia solenne dell’alzabandiera, alla presenza di una nutrita rappresentanza di alunni della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Statale n. 11 di Bologna.

I bambini, visibilmente emozionati, hanno fatto ordinatamente ingresso in caserma accompagnati dal Dirigente scolastico – Dottoressa Paola Brogi e da alcuni insegnanti; qui sono stati accolti con entusiasmo da una rappresentanza di personale del Nucleo di polizia economico-finanziaria e, a seguire, sono stati accompagnati presso la sala conferenze della Caserma unitamente ad alcuni figli e parenti di militari in servizio alla sede.
Dopo i saluti introduttivi a cura del Comandante Provinciale – Gen. B. Gianluca Filippi, che ha ringraziato il Dirigente scolastico e gli altri insegnanti, nonché rivolto un affettuoso benvenuto agli oltre 90 studenti, ai quali ha parlato di legalità e dell’importanza del rispetto delle regole, è stato proiettato un breve cartone animato promozionale sull’attività della Guardia di Finanza nei diversi settori istituzionali in cui opera, realizzato dal Comando Generale del Corpo.
A seguire, il Comandante del Nucleo di polizia economico finanziaria – Col. t.ST Fabio Ranieri ha spiegato ai ragazzi il significato e il profondo valore simbolico delle celebrazioni del “2 giugno”, rispondendo alle numerose, pertinenti domande rivolte dagli alunni, che hanno tutti manifestato grande attenzione e interesse. Il Capo Ufficio Operazioni del Nucleo – Ten. Col. Antonio Mariella e il Capo Ufficio Comando in sede vacante – Cap. Domanico Antonio Cice hanno quindi illustrato, avvalendosi di filmati e slide, la storia del tricolore e il
significato autentico dell’alzabandiera, cerimonia che li avrebbe visti “protagonisti” di lì a poco.
Gli alunni poi si sono riuniti in piazza d’armi, in maniera gioiosa ma composta, dove hanno indossato casacche verdi, bianche e rosse, formando una vera e propria bandiera vivente e festante. Attorno a loro si sono quindi schierati, in un ideale abbraccio, un centinaio di militari in divisa. Durante l’alzabandiera i bambini, consapevoli della solennità del momento, hanno silenziosamente assunto la posizione dell’attenti e cantato, letteralmente a squarciagola, l’Inno nazionale unitamente ai Finanzieri. Si è trattato di un momento suggestivo ed emozionante, che ha coinvolto grandi e piccoli.
Al termine della cerimonia, i bambini si sono accomodati sulle ampie gradinate della piazza d’armi per un piccolo ristoro, durante il quale hanno assistito a una breve carosello di vetture del “117” guidate dai “baschi verdi” della Sezione Operativa Pronto Impiego del 2° Nucleo Operativo Metropolitano del II Gruppo e a una dimostrazione delle unità cinofile antidroga e cash dog del 2° Nucleo Operativo del I Gruppo, coordinate dal Mar. A. Fabio Micacchi. I ragazzi hanno potuto così apprezzare, da vicino, le straordinarie capacità dei cani e dei rispettivi conduttori, quotidianamente impegnati nella ricerca di sostanze stupefacenti e di valuta illegalmente trasportata all’estero e frutto, sovente, di attività illecite.
Al termine, il Colonello Ranieri ha salutato, a nome di tutti i Finanzieri, i bambini e il personale docente, al quale ha voluto rivolgere sinceri complimenti per l’educazione, la compostezza e l’interesse manifestato dai loro studenti, senz’altro merito anche dell’appassionato, delicato e impegnativo lavoro che svolgono quotidianamente
sui banchi di scuola.
L’iniziativa, promossa dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bologna, si inserisce nell’ambito dei festeggiamenti del 76° anniversario della proclamazione della Repubblica italiana e ha lo scopo di contribuire a promuovere, anche tra le generazioni più giovani, il rispetto dei valori di “libertà, pace, uguaglianza e giustizia”, “principi di supremo riferimento per i cittadini e il Paese”, come sottolineato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel messaggio augurale rivolto alle Forze Armate in occasione della ricorrenza.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.