pensione,-ogni-mese-potrebbero-trattenerti-dei-soldi-senza-che-tu-lo-sappia:-ecco-come-scoprirlo

Pensione, ogni mese potrebbero trattenerti dei soldi senza che tu lo sappia: ecco come scoprirlo

Ci sono dei pensionati a cui ogni mese vengono trattenuti dei soldi sull’assegno. Si tratta di coloro che, forse inconsapevolmente, hanno attivato la delega fiscale. Vediamo come scoprirla ed, eventualmente, rimuoverla.

L’Italia è un paese – dati alla mano – anziano. Ciò significa che ogni mese l’INPS versa assegni a un numero altissimo di persone da Nord a Sud. Sul sito dell’ente previdenziale si può consultare il cedolino della propria pensione con tutti gli importi dettagliati. Tra questi potrebbe spuntare una dicitura che non tutti conoscono: la cosidetta delega fiscale. Più precisamente si tratta di un importo negativo, ovvero di soldi che vengono trattenuti al pensionato o alla pensionata ogni mese. Non tutti ne sono a conoscenza ma chiunque la trova sul cedolino ha fatto la richiesta di pensionamento tramite un sindacato.

La questione è stata sollevata da Money.it, che ha pubblicato la lettera di un proprio lettore. Il soggetto in questione scrive, in estrema sintesi, di aver scoperto solo un anno dopo il pensionamento della famosa delega fiscale. “Ogni mese mi vengono trattenuti poco più di 5€, sotto la dicitura di ‘trattenuta sindacale’. Vorrei sapere se è possibile eliminare questa voce dalla mia pensione o se sono costretto a versarla”. L’esperto Lorenzo Rubini del sito sopracitato ha risposto alla domanda del pensionato in maniera molto dettagliata.

Revocare la delega fiscale è possibile, ecco come

Innanzitutto: perché si paga la delega fiscale? Come detto, succede ai dipendenti che hanno fatto richiesta a un patronato di sbrigare tutte le pratiche burocratiche relative al pensionamento. Il patronato, a sua volta, si è appoggiato a un sindacato, che ha aggiunto questa piccola trattenuta come forma di auto-finanziamento del sindacato stesso. Ovviamente non si tratta di una trattenuta fine a sé stessa ma ha dei vantaggi: tramite il sindacato si accede ad alcuni servizi a prezzo vantaggioso, come la compilazione di modelli 730, IMU o aiuti per pagare eventuali F24. Dunque se si vuole eliminare la trattenuta di 5€ dalla pensione, è bene sapere che tutti questi vantaggi verranno meno.

Tuttavia c’è chi potrebbe voler revocare comunque la delega sindacale e farlo è semplicissimo. Il primo, come spiega Rubini di Money.it, è accedendo alla propria area personale sul sito dell’INPS. Qui basterà cliccare su “Gestione deleghe sindacali su trattamenti pensionistici” e, se presente, premere su “Revoca Delega esistente”. L’alternativa è andare agli uffici dell’INPS e fare presente la questione in oggetto ai dipendenti, che risolveranno facilmente la questione. O, meglio ancora, inviare una PEC al servizio clienti dell’ente previdenziale allegando un documento di riconoscimento e richiedendo la revoca della delega sindacale. La novità avrà effetto dal mese successivo.

LEGGI ANCHE: Pensioni, ottime notizie: gli aumenti scattano subito! Ecco a chi spettano e di quanto saranno

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.