passatelli-in-bronson-il-17-dicembre-sul-palco-quattro-nuove-proposte-italiane-–-ravennanotizie.it

Passatelli in Bronson. Il 17 dicembre sul palco quattro nuove proposte italiane – RavennaNotizie.it

Il tradizionale festival natalizio Passatelli in Bronson, quest’anno alla sua XII edizione, prosegue la fruttuosa collaborazione con il mensile musicale Rumore e rilancia la Call for Artists di Bronson Produzioni. Il programma dei live si dividerà così in Futura Rumore, ispirandosi a Futura, la rubrica del mensile dedicata ai nuovi progetti musicali; e La Zona D’Ombra, domenica 18 dicembre, con i giovani artisti selezionati attraverso la call dal Comitato Scientifico.

Prosegue dunque sabato 17 dicembre la XII edizione del festival natalizio di Bronson Produzioni, che vedrà salire sul palco quattro tra i più promettenti dei nuovi progetti musicali del nostro paese. I veneti Post Nebbia sono una delle realtà più interessanti del panorama musicale italiano indipendente, apprezzatissimi dalla stampa specializzata e non; Eugenia Post Meridiem, eclettica indie dream-pop band genovese il cui nuovo album like I need a tension è appena uscito per Bronson Recordings; i fiorentini Rooms by the Sea, il cui primo album Rivers and Beds colpisce per forza comunicativa e rivela di pari passo una notevole cura di timbriche e soluzioni adottate, in un’ideale linea di congiunzione fra Daughter e Sharon Van Etten; infine la bolognese Sleap-e (Asia Morabito), con il suo incantevole bedroom pop, che fa parte del gruppo di band de La Zona D’Ombra ma che si esibirà sabato sera sul palco del Bronson.

Come di consueto al festival sarà attiva la cucina con i Passatelli della tradizione e tante altre prelibatezze natalizie in un menù tutto da gustare, per un festival che vuole mantenere fede al suo spirito conviviale, in cui pubblico, artisti e addetti ai lavori possono ritrovare un’occasione per ritrovarsi.

IL PROGRAMMA DI SABATO 17

Sabato 17 dicembre – porte dalle ore 20.30

10€ + fee in prevendita https://link.dice.fm/Ha1ec7354c64 12€ alla porta

Post Nebbia

Eugenia Post Meridiem

Rooms by the Sea

Sleap-e

Aftershow con il Passatelli Party e i dj Trinity, ToffoloMuzik e Party Marty; special guest il ciclista professionista che ama l’indie rock, Jacopo Guarnieri

Eugenia Post Meridiem

La tensione è una forza potente. Spinge le cose in avanti e il suo attrito produce risultati inaspettati. Soprattutto, alimenta la creatività, fornendo ispirazione e concentrazione in egual misura. Sicuramente, funziona così per la band Eugenia Post Meridiem – non a caso il nuovo album, uscito il 18 novembre 2022 per Bronson Recordings, si intitola like I need a tension. «È proprio la tensione che ci aiuta a focalizzarsi su ciò che stiamo facendo e a compiere le scelte migliori», afferma la cantante e chitarrista Eugenia Fera. «Ci permette di mettere da parte le nostre preferenze personali e trasmettere alle canzoni ciò di cui hanno bisogno».

like I need a tension offre, in tutto e per tutto, il sound di una band che ha reimmaginato il proprio paesaggio sonoro e l’impatto sonoro percepito a sua volta dagli ascoltatori più attenti alle strutture e alle deviazioni. «Abbiamo cercato di fare musica pop che non risultasse banale», conclude Fera. «Questa è l’unica idea che ci ha guidato». Inoltre, aggiunge: «Tutti abbiamo qualcosa dentro di noi che si rivela attraverso l’arte. Questa è la nostra strada».

Post Nebbia

I Post Nebbia sono una band della nuova scena musicale veneta, nata dalle esplorazioni di home recording di Carlo Corbellini, classe ‘99. La band pubblica il primo lavoro autoprodotto, Prima Stagione, a maggio del 2018, facendosi notare da importanti realtà del panorama musicale italiano indipendente. Con le prime date accolgono un riscontro positivo da parte di tutti gli addetti al settore. Nei primi mesi del 2020 la band viene segnalata tra le band più promettenti sia da rockit.it (CBCR) che da Rolling Stone (Classe 2020). Nel 2020 è uscito il loro secondo disco, Canale Paesaggi, per Dischi Sotterranei/La Tempesta Dischi. Qui i Post Nebbia partono da una base psych-rock, giocando però con citazioni al funk, alla musica sample based di produttori come Madlib e The Alchemist e alla library music italiana. Un viaggio allucinato nel mondo dell’esperienza dello spettatore televisivo, con rimandi all’estetica trash dei canali televisivi regionali. L’album ha riscosso gli entusiasmi di pubblico e stampa (tra cui Il Venerdì di Repubblica, La Lettura, Internazionale, Billboard, Rolling Stone). Nel 2021 esce il singolo Veneto d’estate, feat. Nico LaOnda, che apre e anticipa un fitto tour estivo nei principali festival e venue di tutta Italia. La band fa il suo ritorno con il nuovo album Entropia Padrepio, anticipato dai singoli Cuore semplice e Cristallo Metallo.

Rooms by the Sea

Stanze in riva al mare. Sono quelle omaggiate dal celebre quadro (sur)realista di Edward Hooper, metafora per la solitudine e l’introspezione, da una scogliera a picco sull’acqua. La band fiorentina Rooms by the Sea ha scelto ragione sociale e logo rifacendosi proprio all’opera del pittore statunitense. L’album di debutto Rivers and Beds è uscito il 24 giugno 2022 via RBTS Records, anticipato dai singoli New Lights, Another Life e Great Void. “Il titolo dell’album, Rivers and Beds, rappresenta la contrapposizione tra l’esterno e l’interno, cioè tra il contatto con gli altri e la sfera personale”, afferma la band. Dopo aver pubblicato alcuni singoli e in parallelo alla partecipazione a vari concorsi musicali, dal Rock Contest ad Arezzo Wave, arrivando in entrambi i casi in finale, sino al Sound Bridge Music Contest organizzato dal Festival delle Colline che li ha decretati vincitori con il premio di un concerto negli Stati Uniti, il quartetto ha intrapreso un nuovo percorso prendendosi tutto il tempo necessario per amalgamare tante differenti influenze in una sintesi comune, tra spontanea immediatezza e processi di arrangiamento maggiormente elaborati. Rivers and Beds, registrato e mixato da Giacomo Salani, colpisce per forza comunicativa e rivela di pari passo una notevole cura di timbriche e soluzioni adottate. Le canzoni dei Rooms by the Sea potrebbero funzionare sia nel raccoglimento della propria cameretta sia nell’esplosione a tutto volume delle arene, ideale linea di congiunzione fra Daughter e Sharon Van Etten, Of Monsters and Men e Florence and the Machine. “Cerchiamo di focalizzare l’attenzione sul nucleo, sul cuore, di ogni canzone. Sulla carica istintiva ed emozionale che c’è dietro”.

Sleap-e

Sleap-e prende forma a Bologna nel 2018 con l’uscita del primo EP contenente il singolo Hard Times, prodotto dalla band italo-americana Baseball Gregg. Nel 2020 esce Mellow, secondo EP bedroom pop frutto della stessa collaborazione – con quest’ultimo il gruppo annuncia ufficialmente l’entrata in WWNBB Collective. Negli ultimi due anni la formazione – composta da Asia Martina Morabito (voce e chitarra), Luca Gruppioni (basso), Francesco Bonora (batteria – Baseball Gregg, Leatherette), Natan Dall’Aglio (tromba) e Jacopo Finelli (sax – Vipera, Leatherette) – ha dato vita a un nuovo sound assolutamente inedito e si è dedicata alla preparazione dell’album Pouty Lips, uscito nel maggio 2022.

Prevendite e prenotazioni attive su Dice.Fm: https://link.dice.fm/passatelliinbronson12

Artwork by Nick Öhlo https://www.instagram.com/nick_ohlo/

Passatelli in Bronson è presentato da Associazione Cuturale Bronson

Main Partner programma ufficiale Rumore

Partner: Birrificio Altotevere

Col contributo di Comune di Ravenna Assessorato alla Cultura – Ravenna per Dante – Regione Emilia-Romagna – Emilia-Romagna Music Commission – Cultura Emilia-Romagna

bronsonproduzioni.com

rumoremag.com

Related Posts

Lascia un commento