paolo-crisafi-(presidente-remind):-“costruiamo-insieme-il-futuro-dell’italia”-–-agenpress

Paolo Crisafi (Presidente Remind): “Costruiamo insieme il futuro dell’Italia” – Agenpress

– Advertisement –

Una tavola rotonda con le forze di Governo e di Parlamento insieme ai settori produttivi della Nazione


AgenPress. “Futuro Italia” è il Think Tank organizzato da Remind – portavoce dell’Immobiliare allargato e della cultura dell’abitare – che si è concluso 13 dicembre sera presso il nuovo spazio espositivo dell’Unione Europea a Piazza Venezia a Roma.

L’incontro, introdotto dal Presidente Nazionale di Remind Paolo Crisafi, è incentrato sull’analisi e sulle prospettive delle politiche governative a partire dalla Legge di bilancio 2023 con particolare riferimento ai temi dello sviluppo sostenibile e della sicurezza della Nazione.

(Nella foto da sinistra: Alessandro Morelli Sottosegretario della Presidenza del Consiglio con delega al CIPESS, Paolo Crisafi Presidente Nazionale Remind e Renato Loiero Consigliere per le Politiche di Bilancio del Presidente del Consiglio dei Ministri Giorgia Meloni)

Hanno portato i saluti istituzionali il Vice Presidente del Senato Maurizio Gasparri, il Vice Presidente della Camera Fabio Rampelli, il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, il Ministro del Turismo Daniela Santanchè, il Ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso, il Viceministro per l’Ambiente e la Sicurezza Energetica Vannia Gava,  il Viceministro dell’Economia e delle Finanze Maurizio Leo, il Sottosegretario della Presidenza del Consiglio con delega al CIPESS Alessandro Morelli, il Sottosegretario del Lavoro e delle Politiche Sociali Claudio Durigon, del Presidente della Commissione Finanze della Camera Marco Osnato, del Presidente dell’Intergruppo Parlamentare sulla Qualità di vita nelle Città Mario Occhiuto, il Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Massimo Sessa, il Direttore dell’Ufficio Italia del Parlamento Europeo Carlo Corazza e Renato Loiero Consigliere per le Politiche di Bilancio del Presidente del Consiglio dei Ministri Giorgia Meloni.

Hanno salutato i lavori Alessandro Cattaneo Presidente Gruppo Forza Italia alla Camera, Tommaso Foti Presidente Gruppo Fratelli d’Italia alla Camera e Massimiliano Romeo Presidente Gruppo Lega al Senato.

All’incontro hanno contribuito le buone pratiche rappresentanti del mondo dell’impresa e del lavoro, artisti ed esponenti delle realtà economiche e finanziarie che ritengono fondamentale un proficuo confronto sulla manovra varata il 21 novembre 2022 e ora al vaglio del Parlamento che costituisce il primo provvedimento di un piano di sviluppo sostenibile dell’Italia, volto a contrastare le attuali emergenze tenendo conto degli aspetti economici, ambientali e sociali. 

Ha introdotto la fitta giornata di incontri del Think Tank Remind “Futuro Italia” il Presidente Nazionale di Remind Paolo Crisafi che ha sottolineato: “L’Associazione Remind raccoglie e promuove le buone pratiche dei settori produttivi della Nazione e raduna le sue migliori espressioni, piccole, medie e grandi realtà, con il denominatore comune di mettere al centro la salvaguardia del pianeta e il benessere delle persone, quali “operatori di pace” e buone pratiche nelle attività che svolgono, con competenze e cordialità. L’importanza dell’immobiliare allargato che costituisce il 30% del PIL nazionale ed è un volano della crescita; è composto dalle migliori forze produttive, commerciali, assicurative, previdenziali, sociali, sanitarie, economiche, finanziarie, sportive, turistiche, culturali, infrastrutturali e immobiliari della Nazione”.

Maurizio Gasparri Vice Presidente del Senato: “Non posso essere esaustivo su tutti i temi ricompresi nella concezione di Immobiliare allargato e mi fa piacere avere qui una rappresentanza così trasversale dei settori produttivi, del mondo anche legato alla tradizione, al radicamento culturale, del campo dell’artigianato di alta gamma, come quello della Jewellery Designer Marta Paolillo; ma anche del Made in Italy oggi rappresentato da Antonio Gallo; oltre che della sicurezza, anche quella privata, di cui Giulio Gavina ha delineato le origini. Dobbiamo riprendere la tematica della rigenerazione urbana che vuol dire poter non solo ristrutturare, in termini efficienza energetica-ambientale, gli immobili, ma anche di poterli abbattere e ricostruire, in alcuni casi. Credo che sia importante il lavoro di connessione dei vari argomenti della cultura dell’abitare oggi trattati alla luce della passione con cui Paolo Crisafi cuce relazioni per il bene comune con tutte le forze politiche sia sul territorio nazionale sia locale, con il mondo produttivo includendo anche quello culturale”.

Fabio Rampelli Vice Presidente della Camera: “Ci sentiamo assolutamente impegnati a dare impulso all’economia reale, a vincere questa scommessa per consentire all’Italia di riprendere una stagione di crescita e di sviluppo socio-economico. L’iniziativa di Remind è importante perché tratta i settori produttivi ricompresi nel comparto Immobiliare allargato su cui ci sono varie considerazioni che potrebbero essere fatte a partire dal mutato rapporto con l’Europa alle questioni di natura più urbanistica, come la trasformazione del territorio, la sostituzione edilizia che potrebbe essere fonte di un nuovo impulso anche al mercato immobiliare. Ci sentiamo assolutamente coinvolti su questi temi e intendiamo mettere in campo tutte le idee e progetti che abbiamo raccolto nel corso del tempo, in occasioni come questa, per migliorare le politiche della Nazione. Ognuno può pensarla come vuole, può essere di destra, di centro, di sinistra, l’importante è trovare il perimetro nel quale svolere un lavoro proficuo dal punto di vista del perseguimento del bene comune. Questa è la filosofia che ci anima”. 

Il dibattito al Think Tank Remind “Futuro Italia” su Economia, Finanze e Cultura dell’Abitare ha visto la partecipazione di Alessandro Morelli Sottosegretario della Presidenza del Consiglio con delega al DIPESS che ha detto: “Giusto per fare un ‘remind’: subiamo gli effetti della crisi bellica russo-ucraina, il tema del caro energia e delle materie prime e il perdurare, per alcuni settori, delle questioni legate all’emergenza sanitaria che sappiamo avere dei colpi di coda con impatti sull’economia nazionale. Quindi siamo in un momento storico evidentemente particolare. Il caro materiali c’è ed esiste e noi dobbiamo metterci intorno ad un tavolo come questo per ragionare sul fatto che il PNRR e la messa a terra di quelle opere, o quanto meno l’idealizzazione, è stata fatta prima di un così alto rincaro sia dei materiali sia dell’energia. Il mio auspicio che da questo tavolo possano venire idee straordinarie da mettere in campo sia sul tema del PNRR e, più avanti, con il mio dipartimento per la programmazione e il coordinamento degli altri ministeri per avere dei risultati che sono condivisi. Se si riesce a unire il legittimo interesse privato con il doveroso interesse pubblico, ritengo che si possa riuscire a creare quel volano positivo che permetta a tutti quanti di raggiungere obbiettivi comuni che portino l’Italia, finalmente, a non essere più una “cenerentola” su alcune materie, ma che ci possano portare ad essere dei campioni a livello mondiale”.

Ha proseguito Marco Osnato Presidente Commissione Finanze della Camera: “Io credo che il governo debba investire molto sui prossimi mesi, sul costruire anche un percorso di crescita del sistema italico e di penetrazione dell’Italia nel mercato e di promozione del sistema Italia. Per esempio i PIR sono dei piani di investimento che, raccogliendo i risparmi degli italiani, dovrebbero poi dare supporto economico alle attività delle aziende, delle piccole medie imprese. Noi come Commissione Finanze della Camera nel corso della legislatura, insieme al Ministro Giancarlo Giorgetti e al Viceministro Maurizio Leo, già nei primi mesi del 2023, ripartiremo con una proposta di riforma fiscale che cerchi anche di limitare la voracità del fisco e, soprattutto, la presenza inefficace di alcuni sistemi di riscossione, questo già presente in parte sulla pace fiscale. Ci sono tante attività che cercheremo di fare in favore della ripresa delle famiglie e delle aziende italiane e sono sicuro che Paolo Crisafi Presidente di Remind, come al solito, sarà molto vicino nel poter alimentare e promuovere queste nostre scelte e queste nostre politiche”.

Ha concluso l’approfondimento economico Renato Loiero, Consigliere per le Politiche di Bilancio del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, intervenendo come Comitato Tecnico-Scientifico Remind che ha fatto presente: “Per il Piano Nazionale di ripresa e Resilienza gli Stati membri hanno l’obbiettivo di rafforzare la propria capacità di risposta a shock economici, sociali, ambientali e strutturali attraverso nuove forme di governance più eque, sostenibili e inclusive.

Ciò tramite le nuove concezioni di Immobiliare allargato e di Cultura dell’Abitare per cui il rapporto che intercorre fra il benessere delle persone e la qualità dell’abitare risulta essere inestricabile. Il comparto Immobiliare allargato e la nuova concezione di Cultura dell’Abitare, rappresentati e promossi da Remind, sono ravvisabili all’interno del Programma innovativo dedicato alla qualità dell’Abitare del PNRR, all’interno della Missione 5 “Coesione e Inclusione” e della relativa Componente 2, in cui le riforme e gli investimenti mirano – in particolare modo – sia a migliorare la condizione dei soggetti più vulnerabili, sia alla rigenerazione urbana, ai servizi sociali e ai servizi per la disabilità, con lo scopo di ridurre situazioni di emarginazione e degrado sociale riqualificando le aree pubbliche”.

Tra i saluti istituzionali al Think Tank Remind “Futuro Italia”, il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano ha comunicato: “L’incontro promosso da Remind sullo sviluppo sostenibile e la sicurezza della Nazione, che con il suggestivo titolo di Futuro Italia, ha l’ambizione di mettere a fuoco alcuni temi cruciali dei tempi che ci attendono, molti dei quali rientrano nell’ambito di attenzione del Ministero della Cultura. La Cultura dell’Abitare, al centro della vostra discussione odierna, è da un decennio il cuore delle riflessioni più avanzate di economisti, architetti e sociologi ed ha conosciuto una notevole accelerazione nel duro biennio della pandemia”.

Il Ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso ha fatto presente: “L’immobiliare allargato contribuisce al PIL italiano per il 30% e, al di là dei numeri, rappresenta un volano eccezionale per la crescita toccando in modo trasversale tantissimi settori andando dalla progettazione, alla produzione fino alla gestione e manutenzione degli immobili oltre che di infrastrutture. L’Immobiliare allargato è composto dalle migliori forze produttive, assicurative, previdenziali, sociali, sanitarie, della sicurezza, economiche, finanziarie, sportive, turistiche, culturali, infrastrutturali e immobiliari del Paese. Questa impostazione offre a Remind una visione a tutto tondo della nostra società a cui oggi avete l’occasione di parlare in chiave di sviluppo sostenibile e sicurezza”.

Il Viceministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica Vannia Gava ha sottolineato: “Sono convinta che le attività, le competenze e i paper che puntualmente Remind mette a disposizione sono utili strumenti per un approccio ordinamentale multi-disciplinare finalizzato a favorire la trasformazione sostenibile dei nostri territori e delle nostre città, grandi e piccole. Abbiamo bisogno di procedere con una concreta valorizzazione dei tanti tesori culturali-turistici ed ambientali di cui l’Italia della Grande Bellezza è disseminata. L’Europa ha già indicato alcuni temi guida in tal senso, la Tassonomia e i principi denominati Do Not Significant Harm (DNSH) ne sono l’esempio. In tale ambito la nostra Nazione può eccellere utilizzando in una visione di sistema le risorse messe a nostra disposizione”. 

In conclusione, il Viceministro dell’Economia e delle Finanze Maurizio Leo ha ribadito come: “I settori compresi nel comparto Immobiliare allargato costituiscono un importante ambito delle attività industriali della Nazione e meritano, quindi, di essere adeguatamente attenzionate. Bisogna cogliere una significativa opportunità nell’interesse dell’Italia: quella di avviare riforme e miglioramenti normativi con l’intento di favorire comparti industriali fondamentali, quali le Infrastrutture, la Finanza anche immobiliare, la Sicurezza, la Salute, la Previdenza, le Assicurazioni, il Turismo, lo Sport e la Cultura. Con il varo del DDL Bilancio per il 2023 l’Esecutivo presieduto dall’On. Giorgia Meloni ha indicato un primo tratto di strada da percorrere che individua taluni degli elementi prodromici di tali obiettivi. In questo senso, il confronto e le interlocuzioni con Remind rappresentano un elemento di forte impulso per proseguire il dialogo per recepire idee per le politiche industriali della Nazione. Con l’occasione, rivolgo uno speciale augurio di buon lavoro al Presidente di Remind Paolo Crisafi e a tutti i partecipanti e confido che l’esito dei lavori sia trasmesso al Dicastero che rappresento”.

Lato settori produttivi della Nazione, hanno alimentato i lavori: il Vice Presidente Remind Francesco Burrelli  Presidente Anaci – Amministratori di Condomini, il Vice Presidente Remind Manfredi Lefebvre Presidente Esecutivo Gruppo Heritage, il Consigliere di Presidenza Remind Massimo Santucci, il Vice Presidente Giovani Remind Dario Salvini – Amministratore Bromance, Franco Mencarelli Presidente Premio Internazionale Buone Pratiche e Giorgio Palmucci Presidente Comitato Turismo Remind,

Hanno fatto seguito i tavoli di approfondimento a cura dei direttori di area e degli esperti:

Giulio Gravina Direttore Remind Area Guardie Giurate – Cofondatore G. Italpol, Sandrine Bastien Direttore Remind Area Territoriale Monaco, Marta Paolillo, Direttore Jewellery Design Remind & Founder Marta Paolillo Fine Jewellery Paolo Saluzzi Direttore Remind Area Patrimoni e Beni Ecclesiastici – vice Presidente Accademia Romana delle Arti, Stefano Vittori Direttore Area Made in Italy – Global Re Senior Vp Luxottica, Serena La Torre Esperta Remind Area Accesso al Credito e Politiche Creditizie, Marco Mari Esperto Remind Area Sostenibilità dell’Ambiente Costruito, Valerio Vallefuoco Esperto Remind Area Legale Compliance e Antiriciclaggio. 

Sono intervenuti Lucia Bizzarri, Amministratore Bizzarri, Giuseppe Capicotto, General Manager eFM, Armando Cappuccio, Managing Director Vinci Building Solutions, Massimo Cerri, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, Gianpiero Carezzano Direttore Abitare, Barbara Casillo, Direttore Generale Aica – Confindustria Alberghi, Daniele D’Orazio Fondatore e Amministratore Impredo, Dario Focarelli, Direttore Generale Ania Antonio Gallo, Direttore Artistico Stati Generali del Made in Italy, Donato Iacovone, Presidente Webuild SpA, Alfredo Ingletti, Co-Founder & Chairman 3TI Progetti; Massimiliano Marzoni, Presidente Anaci Lazio, Giovanni Savio Global CEO Planet Smart City.

È stato nominato Alberto Petrucci Presidente d’Onore Comitato Autori dell’Abitare Remind.

Hanno offerto il proprio contributo artistico nella giornata mondiale del violino i violinisti Anastasiya Petryshak per la pace nel mondo e Guido Raimonda per le vittime delle calamità naturali che hanno colpito l’isola di Ischia.

Hanno chiuso la giornata fitta di incontri Gabriele Scicolone Presidente Città Metropolitane Remind e Tommaso Accetta Presidente Giovani Remind.

I risultati dei lavori sono messi a disposizione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, del Vice Presidente del Consiglio Matteo Salvini e del Vice Presidente del Consiglio Antonio Tajani.

– Advertisement –

Related Posts

Lascia un commento