orlando-“la-tassa-sugli-extraprofitti-puo-salire-oltre-il-25%”-agenzia-di-stampa-italpress-–-italpress

Orlando “La tassa sugli extraprofitti può salire oltre il 25%” Agenzia di stampa Italpress – Italpress

Conferenza stampa del governo con il Presidente del Consiglio il ministro del Lavoro e quello dello Sviluppo Economico nella foto Andrea Orlando (ROMA – 2022-07-13, Stefano Carofei) p.s. la foto e’ utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e’ stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

ROMA (ITALPRESS) – “Serve un intervento rapido per aiutare imprese e famiglie, anche in deficit se necessario, ma circoscritto a questa emergenza energetica. E senza abbandonare la tassa sugli extraprofitti: le leggi si rispettano, lo Stato non può rinunciare a quelle risorse. Anzi non escludo che si possa ancora alzare l’aliquota della tassa, salire sopra il 25% attuale”. Lo dice, in un’intervista al quotidiano Repubblica, il ministro del Lavoro Andrea Orlando. Il Financial Times avverte che la speculazione contro l’Italia è in agguato. “Non mi preoccupa la denuncia, ma la condizione del nostro Paese più esposto di altri per via dell’alto debito. Dobbiamo muoverci con accortezza, ma questo non significa che non sia necessario muoversi. Anche in deficit, circoscritto all’emergenza, se non avessimo alternative e se l’Europa non riuscisse a dare una risposta strutturale con un tetto al prezzo del gas. Il lavoro povero è aumentato e rischiamo una crisi sociale fortissima. Si ripete che all’esterosono preoccupati che possa vincere la coalizione di centrodestra. Dobbiamo spiegare perchè: è una coalizione a trazione di una Destra estrema, divisa su tutto, con ricette contraddittorie che si può tenere insieme solo con un antieuropeismo strumentale…”.

(ITALPRESS).

– credit photo agenziafotogramma.it –

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all’indirizzo info@italpress.com

Related Posts

Lascia un commento