open-day-alla-primaria-mordani-di-ravenna:-lingua,-sport,-memoria,-musica,-tra-i-progetti-portati-avanti-–-ravennanotizie.it

Open day alla primaria Mordani di Ravenna: lingua, sport, Memoria, musica, tra i progetti portati avanti – RavennaNotizie.it

La scuola primariaFilippo Mordani” di via Mordani a Ravenna organizza per lunedì 5 dicembre alle 17 il proprio open day per presentare le proposte didattiche ai cittadini e alle famiglie dei futuri studenti.

“La nostra scuola è la scuola delle cittadine e dei cittadini della città, una scuola che si contestualizza in diverse occasioni formative – spiega una delle insegnanti -. “Sai la mia scuola è grande e possente…” Lo ha scritto Dylan un alunno della scuola primaria “Filippo Mordani” nel 1994, in occasione dei 150 anni della nostra scuola. E’ stata la prima scuola pubblica della città e del territorio ravennate. La sua storia è fatta di vita autentica, di progetti, di progettazioni specifiche dei vari ambiti curricolari, lega il progetto educativo alla molteplicità degli incontri, in un articolato ma preciso contesto integrativo ed inclusivo. I progetti che arricchiscono l’offerta formativa  sono innumerevoli”.

“La cultura della Memoria e delle tante memorie ad essa adese è per la nostra Scuola, ad esempio, un punto di forte identità culturale e pedagogica – aggiunge -. Il Concorso Roberto Bachi, un compagno di scuola, premiato con medaglia del Presidente della Repubblica nel 2010, è promosso il 27  gennaio 2003 dal Direttore Didattico Giorgio Gaudenzi. Il progetto ha fatto della nostra scuola un luogo della Memoria nel mondo, anche con la sua pietra di inciampo”.

“Un altro progetto di grande valore educativo-formativo – ricorda la maestra -: la voce del nostro Coro di voci bianche Libere Note, un percorso vocale, musicale, artistico che nella nostra scuola è attivo e quanto mai vivo. Partecipando, poi, ai progetti di cittadinanza attiva siamo presenti nelle ricorrenze istituzionali portando la bandiera dei maestri primari, altro cimelio di cultura civica della nostra scuola. Sono, inoltre, attivi percorsi di lingua inglese con la British school e un percorso specifico riservato all’accoglienza di alunni e alunne di diverse nazionalità, atto a dare le adeguate strumentalità di acquisizione della lingua italiana”.

“Non dimentichiamo i numerosi progetti sportivi che accogliamo nella nostra scuola (pallavolo, basket, scherma, tennis, atletica, ciclismo, arti marziali, baseball, rugby, badminton, Mordaninbici, Mordaniadi, Mordaniathlon, Giochi senza barriere al Mordani…) – continua -, perché noi della scuola Mordani, ci crediamo!  Fare sport significa preoccuparsi della propria salute e l’educazione alla salute è educazione di vita. Lo sport  inteso come valorizzazione delle diversità, come strumento di integrazione e di inclusione sociale e culturale, come strumento di recupero e di crescita culturale. Si tratta di una filosofia di vita che combina insieme sport, educazione, cultura, in quanto la nostra speranza è quella di costruire un mondo migliore educando i giovani allo sport”.

“Ci interessa far crescere generazioni di bravi cittadini, educare i giovani alla vita!”, conclude.

Related Posts

Lascia un commento