notizie-dagli-usa:-per-l’immunita-non-basta-nemmeno-il-96%-di-vaccinati

Notizie dagli Usa: per l’immunità non basta nemmeno il 96% di vaccinati

di Paolo Becchi @pbecchi e Nicola Trevisan @Nic_Trevi

La Cornell University situata a Ithaca, nello Stato di New York, ha spinto tutti suoi studenti a vaccinarsi. A fronte di questo, alla data odierna il 96% della popolazione del campus, sia studenti che docenti, risulta vaccinato.

 

Domanda: secondo voi con questo alto tasso di vaccinazione i dirigenti del campus si sentono così al sicuro contro la diffusione del virus, in modo tale da rinunciare ai dispositivi di protezione come il nostro ministro dell’istruzione annuncia sereno e contento?

La risposta datevela da soli dopo aver letto, qui di seguito, le regole di screening attualmente in vigore all’interno del campus:

  • Gli studenti non vaccinati (e quelli non ancora completamente vaccinati) sono tenuti a partecipare a regolari test di sorveglianza due volte a settimana fino a quando non sono completamente vaccinati, o continuamente se approvata l’esenzione medica o religiosa.
  • Tutti gli studenti universitari completamente vaccinati e gli studenti professionisti completamente vaccinati in CVM, Law, Johnson, AAP e ILR, saranno inizialmente tenuti a partecipare ai test di sorveglianza una volta alla settimana.
  • Tutti i docenti e il personale devono essere 1. completamente vaccinati con un vaccino COVID-19 autorizzato o approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) o dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e presentare la prova della vaccinazione al Daily Check o 2. partecipare ai test di sorveglianza due volte alla settimana.
  • Docenti e personale completamente vaccinati nei campus di Itaca e Ginevra le cui posizioni richiedono interazioni con molti altri membri della comunità saranno tenuti a partecipare a test di sorveglianza settimanali.
  • I test di sorveglianza degli individui vaccinati saranno interrotti quando siamo fiduciosi nella bassa prevalenza del virus nel campus.

Risultato

Nonostante ciò, la Cornell University ha circa cinque volte la quantità di casi positivi confermati durante la sua prima settimana di questo anno accademico rispetto alla sua prima settimana dell’anno accademico 2020-21.

Secondo i numeri, durante la prima settimana di scuola che si è svolta dal 27 agosto al 2 settembre di quest’anno accademico, Cornell ha riportato 322 casi positivi di Covid-19.

Durante la prima settimana di lezioni dello scorso anno, che si è svolta dal 3 settembre al 9 settembre 2020, Cornell ha riportato 59 casi positivi di Covid-19.

Dal confronto l’esito è lampante! Si tratta di 263 casi in più, pari a circa cinque volte.

Schematizzando i dati:

L’articolo Notizie dagli Usa: per l’immunità non basta nemmeno il 96% di vaccinati proviene da Nicola Porro.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *