motogp-2022-spunti,-domande-e-considerazioni-dopo-il-gp-d'austria-al-red-bull-ring-–-motogp-–-moto.it

MotoGP 2022. Spunti, domande e considerazioni dopo il GP d'Austria al Red Bull Ring – MotoGP – Moto.it

L’analisi di Zam alla fine del weekend austriaco

21 agosto 2022

Quali sono state le chiavi del GP?

  1. La consapevolezza di Bagnaia. Pecco in questo momento è molto tranquillo, si sente forte e sa di poter contare su un’ottima moto: fa la differenza;

  2. La forza mentale di Quartararo. Nonostante una moto non esattamente adatta a questo tracciato, FQ20 non si è dato per vinto, nonostante alla vigilia sembrasse un po’ rassegnato;

  3. La tattica incomprensibile di Martin. Al quarto giro, Martin ha dato vita a una inutile (in quel momento) sfida con Bastianini, vanificando di fatto una possibile fuga della Ducati;

  4. La scelta della gomma dei piloti Aprilia. Entrambi hanno montato la soffice, invece della media, al posteriore: hanno ammesso di aver sbagliato decisione;

  5. Il problema al cerchio di Bastianini. Finendo su un cordolo tra la nove e la dieci, il cerchio anteriore si è piegato (foto nel live) e, inevitabilmente, la gomma ha perso pressione.

  6. La caduta di Martin. Alla prima curva dell’ultimo giro, Martin prova a superare Miller per il podio, ma perde il controllo della Ducati.

Giri veloci in gara (tra parentesi il giro in cui è stato realizzato)

Giri veloci in gara (tra parentesi il giro in cui è stato realizzato).

  1. Martin 1’29”854 (8); 2. Quartararo 1’29”891 (14); 3. A.Espargaro 1’29”914 (13); 4. Zarco 1’29”985 (4); 5. Bagnaia 1’30”027 (12); 6. Miller 1’30”055 (6); 7. Marini 1’30”082 (12); 8. Vinales 1’30”102 (9); 9. Rins 1’30”116 (11); 10. Bezzecchi 1’30”302 (6).

Vedi anche

Domande e risposte

Cosa è successo a Johann Zarco, quinto?

Zarco ha sbagliato la partenza, da sesto è transitato nono alla fine del primo giro, poi è finito lungo a causa dell’errore commesso da Bastianini per il calo di pressione della gomma posteriore. A quel punto si è trovato nel gruppone e ha fatto fatica a recuperare.

Cosa è successo in partenza ad Aleix Espargaro?

Non gli si è agganciato l’abbassatore anteriore. Ha subito perso qualche posizione al via, ma nel primo giro è comunque riuscito a recuperare, transitando ottavo sul traguardo.

La gara di Marco Bezzecchi.

Partenza: 20esimo; 1 giro: 20esimo; 2 giro: 16esimo; 3 giro: 15esimo; 4 giro: 14esimo; 6 giro: 12esimo; 18 giro: 11esimo; 26esimo giro: decimo; 28esimo giro: nono.

In definitiva, cosa si può dire della nuova variante?

Promossa a pieni voti: ha reso la pista più sicura e, forse, anche più interessante. Ottimo lavoro.

Cosa si è fatto Joan Mir nella caduta al primo giro alla curva 4 mentre era settimo?

Doppia frattura al calcagno destro. Domani farà accertamenti per capire se deve essere operato.

Vedi anche

Giri importanti del GP

4 giro: Miller passa Bastianini ed è 2; Martin/Bastianini si superano tre volte;

5 giro: Bastianini terzo alla 1, poi Martin di nuovo terzo;

6 giro: Problemi per Bastianini al cerchio anteriore, va fuori pista ed è costretto al ritiro;

7 giro: Miller prova a passare Bagnaia, che incrocia la traiettoria e torna primo;

12 giro: Bagnaia fa il suo giro veloce, porta per la prima volta il suo vantaggio a più di mezzo secondo (+0”634): è un momento decisivo;

14 giro: Marini sesto; Vinales sesto; Marini sesto

17 giro: Martin tira dritto alla chicane, rientra alle spalle di Quartararo;

21 giro: Marini quinto su A.Espargaro

25 giro: Quartararo secondo con un gran sorpasso su Miller;

27 giro: Sorpasso e controsorpasso tra Binder e A.Espargaro;

28 giro: Martin cade alla uno provando a passare Miller.

Vedi anche

Confronto tra compagni di squadra

Bagnaia/Miller 8/4; Mir/Rins 4/6; Binder/Oliveira 10/3; Zarco/Martin 7/6; A.Espargaro/Vinales 10/3; Quartararo/Morbidelli 12/0

Confronto 2022/2021 dopo undici gare

Quartararo 200/214 (-14); A.Espargaro 168/96 (+72); Bagnaia 156/161 (-5); Zarco 125/137 (-12); Miller 123/129 (-6); Bastianini 118/45 (+73); Binder 107/117 (-10); Rins 92/68 (+24); Martin 87/71 (+16); Oliveira 85/87 (-2); Vinales 85/95 (-10); Mir 77/157 (-80); Marini 69/28 (+41); Nakagami 45/64 (-19); P.Espargaro 42/55 (-13); A.Marquez 29/49 (-20); Morbidelli 26/40 (-14).

Vedi anche

Tre motivi per ricordare il GP

1. La vittoria di Sasaki in Moto3 nonostante 2LLP

2. Il sorpasso di Quartararo su Miller alla nuova variante;

3. La terza vittoria consecutiva di Bagnaia (come con la Ducati era riuscito a fare solo Stoner).

Tre frasi del GP

Io l’avevo detto

Giovanni Zamagni (sabato a SKY): “Quartararo non ha nessuna possibilità contro le Ducati”. Risultato finale: 2. Quartararo

Vedi anche

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.