MotoGP 2021: BMW M1000RR prima safety bike del Motomondiale

motogp-2021:-bmw-m1000rr-prima-safety-bike-del-motomondiale

La partnership fra BMW e la MotoGP non è certo cosa di oggi: la massima serie motociclistica ha un legame molto stretto con la Casa di Monaco fin dai primi anni. Le Safety Car sono da sempre supercar della famiglia “M”, e la famiglia supersportiva delle quattro ruote BMW dà addirittura nome al premio riservato al più veloce in qualifica sull’arco del campionato, appunto il BMW M Award. A suo tempo, una splendida M4 era stata il premio per lo Shootout, speciale sessione cronometrata che si teneva nell’ultimo giorno dei test precampionato.

Fino a quest’anno, però, nessuna moto BMW aveva mai avuto l’onore di venire affiancata alle Safety Car. Negli anni passati (leggasi: quando si correva a porte aperte) due S1000RR compivano il giro di riscaldamento prima della partenza, ma nulla di più. A partire dal 2021, invece, la nuova M1000RR – prima BMW Motorrad a potersi fregiare della sigla “M” sarà integrata a pieno titolo a fianco delle tre supercar che verranno utilizzate per tutta la stagione. Tra l’altro, la M1000RR sarà anche l’unico dei quattro veicoli a sfoggiare la classica colorazione Motorsport che invece in passato contraddistingueva tutte le safety car, mentre le tre auto avranno livree monocolore dedicate.

La M3 Competition sarà infatti verniciata in Frozen Grey Dark Metallic (Grigio scuro metallico ghiacciato), la M4 Competition Coupé sarà invece in São Paulo Yellow (Giallo San Paolo), e la M5 CS Safety Car in Frozen Deep Green Metalic (Verde profondo metallico ghiacciato)

Con l’arrivo in Europa, dopo le due gare in Qatar, a Portimao il parco delle safety car si allargherà arrivando a comprendere anche una M8 Competition Coupé, uina M8 Competition Gran Coupé, una X5 M (come Medical Car) e una seconda M1000 RR Safety Bike.