mostra-i-genitali-a-una-25enne-e-la-minaccia-con-coltello;-arrestato-tunisino-•-imola-oggi

Mostra i genitali a una 25enne e la minaccia con coltello; arrestato tunisino • Imola Oggi

carabinieri arresto

Una giovane donna aggredita in zona stazione a Firenze. E’ successo nella tarda serata di ieri, sabato 27 agosto, quando i Carabinieri della Stazione di Firenze Santa Maria Novella hanno arrestato un pregiudicato classe 1976, cittadino tunisino.  Lo scrive il giornale locale www.055firenze.it

Gli operanti sono stati allertati da una donna, 25enne cittadina peruviana che ha chiesto aiuto alla caserma di piazza Stazione, riferendo che, poco prima, era sfuggita alle avances di un uomo che si trovava ancora sulla scalinata della stazione ferroviaria, proprio di fronte al Comando dell’Arma. L’uomo, in evidente stato di alterazione psicofisica verosimilmente dovuta all’abuso di sostanze alcoliche, come si apprende dai militari, le aveva mostrato il proprio organo sessuale, accarezzandola al volto, e una volta respinto, l’aveva minacciata con un coltello gettandole addosso il contenuto di una bottiglia di vino.

Tunisino pluripregiudicato e irregolare sul territorio italiano

I carabinieri hanno intercettato l’uomo, che ha opposto resistenza alle operazioni di identificazione. In particolare, prima di essere bloccato, si è dimenato sgomitando e scalciando cagionando una contusione ad uno dei militari. Condotto in caserma e sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di un paio di forbici e di un coltellino multiuso, posti sotto sequestro. L’uomo, pluripregiudicato per reati vari e irregolare sul territorio italiano, era gravato dalla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Castelnuovo Garfagnana (Lucca), misura imposta dal Tribunale di Lucca.

Il 46enne è stato tratto in arresto per le ipotesi di reato di resistenza, oltraggio e lesioni a Pubblico Ufficiale e, raccolta la denuncia della vittima, denunciato per le ulteriori ipotesi di reato di lesioni personali, minaccia, violenza sessuale, atti osceni in luogo pubblico, porto di armi od oggetti atti ad offendere. Trattenuto in camera di sicurezza, verrà condotto in Tribunale domani per l’udienza di convalida.

E adesso ascoltate Laura Boldrini, che ha gravi problemi anche con la matematica

Condividi

Related Posts

Lascia un commento