manovra,-la-ue-boccia-aumento-del-tetto-al-contante,-condono-e-stop-all'obbligo-di-accettare-pagamenti-elettronici-sotto-i-60-euro-–-il-fatto-quotidiano

Manovra, la Ue boccia aumento del tetto al contante, condono e stop all'obbligo di accettare pagamenti elettronici sotto i 60 euro – Il Fatto Quotidiano

È una promozione con diversi brutti voti quella arrivata da Bruxelles sulla prima legge di Bilancio del governo Meloni. Il parere della Commissione si conclude con un giudizio complessivo positivo – “Nel complesso ritiene che il documento programmatico di bilancio dell’Italia sia in linea con gli orientamenti di bilancio contenuti nella raccomandazione del Consiglio del 12 luglio 2022″ – seguito subito dopo da un distinguo cruciale: “La Commissione ritiene che l’Italia non abbia ancora compiuto progressi sul fronte della parte strutturale delle raccomandazioni di bilancio contenute nella raccomandazione (…) e invita pertanto le autorità ad accelerare i progressi”. La bocciatura riguarda le misure che hanno suscitato maggiori polemiche anche in Italia, proprio perché in evidente contrasto con gli impegni contro l’evasione fiscale presi nel Pnrr: il condono, l’aumento del tetto al contante e stop all’obbligo di accettare pagamenti elettronici sotto i 60 euro

“Le misure incluse nel documento programmatico di bilancio che non sono in linea con le raccomandazioni specifiche per paese”, si legge, “riguardano in particolare: una disposizione che aumenta il massimale per le operazioni in contanti dagli attuali 2.000 euro a 5.000 euro nel 2023; una misura equiparata al condono fiscale che consente la cancellazione di debiti tributari pregressi relativi al periodo 2000-2015 e non superiori a 1.000 euro; la possibilità di rifiutare pagamenti elettronici inferiori a 60 euro senza e il rinnovo, con criteri di età più stringenti, nel 2023 dei piani di prepensionamento scaduti a fine 2022”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:

portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.

Grazie Peter Gomez

Related Posts

Lascia un commento