lo-sfogo-di-jurgen-klopp-contro-il-giornalista

Lo sfogo di Jurgen Klopp contro il giornalista

“Stai cercando di avere un titolo, è imbarazzante“. Molto duro l’allenatore del Liverpool, Jurgen Klopp, con un giornalista in sala stampa a Napoli. Nell’intervista di rito prima della partita Napoli-Liverpool di Champions League, che si giocherà oggi mercoledì 7 settembre, il tecnico tedesco si è molto innervosito di fronte alla domanda: “Napoli per lei è una città pericolosa?”.

L’interrogativo provocatorio del giornalista fa riferimento alla polemica che si è creata nelle ultime ore a partire da un tweet del profilo Liverpool FC Help, l’account ufficiale che presta servizio ai fan dei Reds, rispondendo a domande e fornendo informazioni ai tifosi. Nel cinguettio pubblicato nel pomeriggio del 6 settembre, la pagina suggeriva ai fan in trasferta di evitare di girare troppo per la città, in special modo nella zona portuale e quella del centro, per evitare di essere rapinati o aggrediti.

Da qui la polemica rimbalzata sui social: personaggi più o meno famosi hanno condannato l’episodio, consigliando all’account di evitare di esprimere pregiudizi offensivi. Da qui la domanda del giornalista a Klopp e il conseguente sfogo dell’allenatore: “Non sono di Napoli, non faccio una vita normale qui. Dimmelo tu che ci vivi se è pericolosa. Io vengo protetto dalla scorta e vado direttamente in albergo“. “Sai esattamente di cosa parla la gente”, ha continuato l’allenatore, “se le due tifoserie entrano in contatto può succedere qualcosa, indipendentemente dalla tua città. Se non sapete più cosa chiedermi torno volentieri in albergo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:

portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.

Grazie Peter Gomez

Articolo Precedente

Stadio San Siro, Conte: “Non siamo contrari alla rigenerazione della struttura, ma non permettiamo interessi di speculazione edilizia”

next

Related Posts

Lascia un commento