lady-d,-il-curioso-aneddoto-raccontato-dalla-sua-stilista-amanda-wakeley:-“ecco-cosa-faceva-quando-le-proponevo-un-vestito”

Lady D, il curioso aneddoto raccontato dalla sua stilista Amanda Wakeley: “Ecco cosa faceva quando le proponevo un vestito”

Amanda Wakeley ricorda i tempi in cui vestiva la principessa del popolo Diana Spencer. Ecco cosa racconta di Lady D.

Tra pochi giorni il mondo inglese rivivrà un terribile lutto. Il 31 agosto Lady Diana Spencer è stata vittima di un bruttissimo incidente in auto nelle strade di Parigi che le a levato la vita in pochi secondi. Quel giorno resta ancora nella memoria di molti soprattutto perché tantissimi furono i paparazzi e giornalisti che si presentarono fuori il palazzo dove due giovani principi, William e Harry aspettavano il corpo della madre. La stampa venne ritenuta “l’assassina” di Diana anche se in molti, alla non commozione della Regina, hanno iniziato a dubitare che la famiglia reale fosse del tutto estranea alle vicende avvenute in Francia. Diana è stata la prima donna della monarchia inglese che ha divorziato da un Principe e che riusciva egregiamente ad attirare tutti i riflettori su di sé.

Amanda Wakeley, la stilista di Diana Spencer, ricorda la principessa del popolo

Alcune foto dei look scelti da Diana ancora oggi girano sul web e sono attualissimi. La donna ha sempre avuto tantissimo gusto e molte sono le persone che prendono ad esempio ancora oggi i suoi look cercando di ricrearli. Amanda Wakeley era una designer molto amata dalla Principessa del Galles. Ha raccontato che a metterla in contatto con la Spencer fu la vicedirettrice di British Vogue, consulente di stile di Diana che apprezzava particolarmente il talento della Wakeley. Amanda aveva aperto il suo brand da poco più di 18 mesi quando si aspettava di vedere la polizia e le guardie scortare la Principessa. Al suo campanello però bussò solo lei, Diana e le due scoppiarono a ridere.

Amanda ha sempre definito il suo stile “pulito e glam”. Questo piacque molto a Diana che Amanda descrive come una cliente per nulla esigente, un membro della Royal Family che non si dava arie. “Le piaceva quello che le proponevo nove volte su dieci”, ha raccontato Amanda ricordando i pomeriggi in cui insieme a Diana sceglievano i look che avrebbe sfoggiato nei diversi eventi. Tra gli abiti più iconici che Amanda ha disegnato per Diana c’è il tailleur verde bottiglia che Diana ha indossato la prima volta in cui è apparsa in pubblico dopo la separazione con Carlo. Quel tailleur, racconta Amanda, ha deciso di chiamarlo “power tailleur” perché Diana stava affrontando un periodo molto difficile e aveva bisogno di sentirsi splendida.

LEGGI ANCHE:Kate Middleton, la scelta che fa infuriare la Regina: “Zero rispetto”

Related Posts

Lascia un commento