l'accusa-del-principe-harry:-«meghan-ha-abortito-per-colpa-dei-tabloid-britannici»

L'accusa del principe Harry: «Meghan ha abortito per colpa dei tabloid britannici»

Nel luglio 2020 Meghan Markle ebbe un aborto spontaneo. L’aveva raccontato la stessa duchessa, nel novembre del medesimo anno, in un editorale sul New York Times. Ora suo marito, il principe Harry, nei nuovi episodi della docuserie Netflix Harry & Meghan ha dichiarato che quell’aborto «fu causato dallo stress legato alla battaglia legale contro i tabloid britannici». Una battaglia iniziata nell’autunno 2019, quando la duchessa citò in giudizio Associated Newspapers, proprietaria del Mail On Sunday e del Daily Mail. Rei della pubblicazione di una lettera privata scritta dalla Markle al padre Thomas. 

Ora Harry e Meghan, supportati dal loro avvocato Jenny Afia, nella serie Netflix sono tornati ai primi mesi di quella battaglia (durata due anni). Afia davanti alle telecamere ha dichiarato che all’epoca Meghan era incinta, «ma non riusciva a dormire a causa dello stress legato al processo». L’aborto spontaneo, ha precisato la Markle, avvenne «la prima mattina» in cui lei e il marito si svegliarono nella loro «nuova casa a Montecito», California. «Credo che mia moglie abbia avuto un aborto spontaneo per colpa dei tabloid. Ho visto tutto coi miei occhi», ha tuonato Harry. Il principe via Netflix da una parte ha lanciato l’accusa, dall’altra ha dovuto ammettere che non esistono prove del nesso causale tra lo stress da processo e l’aborto: «Ora sappiamo con certezza che l’aborto spontaneo è stato causato da tutto ciò? Naturalmente no, non lo sappiamo». Prove non ce ne sono ma il principe non ha dubbi: «Tenendo presente lo stress causato dalla mancanza di sonno, tenendo presente le settimane di gravidanza di Meghan e tutto quello che ho visto coi miei occhi», l’aborto spontaneo fu scatenato dalla battaglia legale coi tabloid.

Una battaglia terminata nel dicembre 2021, quando l’Alta Corte di Londra dopo due anni di processo stabilì che i giornali britannici avevano effettivamente violato la privacy della duchessa. Condannandoli a scusarsi pubblicamente con Meghan e a risarcirla con la simbolica cifra di 1 euro e 20 centesimi.

Altre storie di Vanity Fair che ti possono interessare

Harry & Meghan: le urla di William contro Harry e l’innominabile Kate Middleton

Il principe Harry e Meghan Markle, ecco tutte le bugie che hanno raccontato nella loro docuserie

Harry & Meghan, la nuova foto dei duchi coi figli Archie e Lilibet (e le nuove polemiche)

Related Posts

Lascia un commento