la-sfilata-chanel-metiers-d'art-2022-2023-a-dakar-in-5-punti-chiave

La sfilata Chanel Métiers d'Art 2022-2023 a Dakar in 5 punti chiave

COURTESY CHANEL


4. Danza e musica, un omaggio al Senegal

Complici i ballerini della École des Sables fondata da Germaine Acogny e il cantante Obree Daman con il suo coro, la sfilata è stata aperta da una performance coinvolgente, danzata e cantata. Un altro omaggio alla scena artistica del Paese ospitante, a cui ha fatto seguito il finale musicato da DBN Gogo.

La performance di apertura della sfilata Chanel a Dakar

COURTESY CHANEL

5. Il supporto all’industria cinematografica senegalese

Dal video teaser al film della sfilata, la maison Chanel ha fatto sì che anche la cinematografia fosse cuore pulsante del progetto. In collaborazione con le scuole Kourtrajmé di Montfermeil e Dakar, che supportano aspiranti registi e sceneggiatori senegalesi, la collezione Métiers d’Art 2022/2023 è stata documentata sin dalla sua genesi negli atelier di Parigi per un totale di quattro produzioni video. «L’idea del progetto è costruire un ponte tra la scuola in Montfermeil e la scuola di Dakar – ha concluso Virginie Viard. – È uno scambio. Abbiamo spiegato il progetto agli studenti, dato loro una visione. Loro hanno suggerito poi dei contenuti restando fedeli al mondo Chanel pur rispettando la propria identità artistica».

Related Posts

Lascia un commento