Zuppa di Porro. Il segreto di Pulcinella, i sondaggi che non si possono rendere pubblici e che tutti pubblicano, ma senza nessun controllo sulla loro veridicità. Calenda, per fare un esempio, balla dal 5 al 10 per cento. Ma che indicazione è?

Putin parla e dice di essere in guerra con tutto l’occidente e mobilita 300mila riservisti. é chiaro che l’operazione speciale in Ucraina non va per lui come dovrebbe. Bel casino.

Repubblica come Gasperino il carbonaro, si deve riprendere: sulla Meloni oggi riesce a scrivere: Manganelli su chi la contesta. Ultimi giorni in cui a sinistra vedono rosso, ma quello che non piace loro.

Il Giornale intervista Letta che, bontà sua, dice che la Meloni può governare se vince. Per Calenda non vince.

Per del debbio greta e amici ci hanno ridotto alla canna del Gas, e il NYT non ama il nucleare. I Francesi preoccupati per davvero sull’elettricità e il Sole inizia a parlare delle utilities a rischio fallimento perchè non hanno gas.

Se a Rete4 avessero fatto una cosetta simile a quella che Damilano ha apparecchiato con Bernard Henry Levy, definito da Sallusti un comnista cretino, ci avrebbero massacrato. Ma Damilano è Damilano, che ci vedete pezzo di Merlo, o di Serra, o di Mieli?

Alla corte costituzionale arriva una grillo-sinistra e tutti a brindare. Il riformista e la vendita della casa del pm integerruismo Scarpinato ad uno chiaccherato.. Spediazione punitivo di 13 Rom in un ospedale a Roma.

Fermi tutti la nuova premier Uk, dice che la libertà inizia con la riduzione fiscale. E non la mettono nel manicomio.

Le donne iraniane si ribellano o meglio cercano di farlo: ma ora per il petrolio e gas loro vanno bene

#rassegnastampa21sett