la-fiorita-consolida-il-primato,-la-nebbia-domina-a-montecchio-•-newsrimini.it

La Fiorita consolida il primato, la nebbia domina a Montecchio • newsrimini.it

Termina senza reti, a margine di un incontro fortemente limitato nelle operazioni e nella visibilità dalla nebbia per almeno 70 minuti, la super-sfida di giornata tra Virtus e Cosmos. Le migliori difese del torneo si confermano tali, producendo una gara senza reti e con pochi pensieri per Simoncini, decisamente di più e più consistenti per Passaniti. Ci prova subito il Cosmos, pericoloso con la zuccata di Zulli. Clamorosa l’opportunità che – agli atti – risulta divorata da Prandelli: sugli sviluppi di un corner il bomber si ritrova a calciare dal limite dell’area piccola con Passaniti a terra, trovando il piede di Giacomoni a respingere sulla linea di porta.

Difficile stabilire se il pallone abbia varcato la linea di porta, Cenci e Tuttifrutti optano per il salvataggio regolare in extremis. Di lì al 75’ a dominare è la nebbia, che nemmeno una gran stoccata di Zulli riesce a bucare. È il Cosmos a farsi preferire, ma la Virtus regge alla grande appoggiandosi su un grande Passiniti – migliore in campo. Esce nel finale la formazione di Bizzotto, ma senza trovare il pertugio giusto per regalare un ennesimo dispiacere ai Gialloverdi di Serravalle.

Risultato accolto con entusiasmo da La Fiorita, capace di archiviare la pratica Faetano con un perentorio 4-0.

Nemmeno lo straordinario stato di forma di Mema – premiato nel prepartita quale miglior giocatore del mese di novembre – ha potuto arginare le qualità dei campioni in carica. Imprecisi con Vitaioli e Bartolini nel primo quarto di gara, colpiscono due volte nel finale di frazione. Nel mezzo, due tentativi del Faetano con Mema e Giardi neutralizzati senza affanno da Vivan. Arriva al 42’ e su azione d’angolo il gol del vantaggio, a cura di Grassi.

Di lì a due minuti, il raddoppio griffato da Zafferani. Il laterale sammarinese trasforma in oro un pallone impennatosi appena fuori dall’area di rigore, trovando l’impatto perfetto per infilare l’angolino con un gran destro al volo. In avvio di ripresa Vitaioli e Pancotti sono poco convinti davanti a Porcellini. Il recordman di presenze con la Nazionale di San Marino (80 gettoni e 1 gol) si riscatta depositando in fondo al sacco il gol del 3-0 da breve distanza. Corre infine il 74’ quando Fatica impone la sua fisicità in area avversaria, arrivando a insaccare di testa il poker gialloblù.

La Fiorita prima a +4 sul Cosmos ed al riparo da potenziali sorpassi in occasione del turno di riposo, già osservato dalla compagine serravallese farcita di tanti ex. Sembrava poter risparmiare Cailungo e Murata, la nebbia, che invece ha vessato la ripresa in cui il Cailungo ha legittimato una vittoria decisamente ampia, ma che tace di una fase centrale in cui il Murata si è fatto preferire.

Sabato perfetto inaugurato, per i Rossoverdi, da una perla su punizione di Giangrandi che scavalca la barriera avversaria con un mancino morbidissimo che lascia di sasso Manzaroli. Dopo aver sfiorato l’immediato 2-0 con Apezteguia, che lamenta poi un fallo non ravvisato in area avversaria, il Cailungo sbatte a ripetizione su Manzaroli – decisivo.

La prima sortita dei Bianconeri – oggi in completo turchese – è di Comuniello, il cui diagonale impegna Benedettini al 25’. È miglior momento per i ragazzi di Sarti, che non trovano però la via del pareggio nemmeno con Gaiani prima dell’intervallo. Nella ripresa, il Cailungo impiega venti secondi a creare una palla-gol con Giangrandi, poi si salva per il rotto della cuffia sul mancino di Patregnani a colpo sicuro.

Sul secondo di due corner consecutivi, il Murata trova il modo di pareggiare con Grieco – pizzicato però in posizione di off-side da Morisco. La formazione cittadina meriterebbe la rete dell’1-1, ma la poca concretezza sotto porta e qualche buon intervento di Benedettini conservano il vantaggio del Cailungo che a 64’ raddoppia sull’asse Apezteguia-Quaranta, con il difensore sammarinese che evita Manzaroli prima di insaccare.

Il Murata accusa il colpo ad incassa anche il tris di Joel Apezteguia, assistito da Juri Biordi ad un quarto d’ora dal termine. Per i Rossoverdi c’è anche spazio per calare il poker, griffato Marinaro. In pieno recupero, la rete della bandiera del Murata è ad opera di Grieco.

Pareggio che serve poco ad entrambe, quello maturato ad Acquaviva tra Domagnano e Libertas. Primo squillo di Barone su piazzato, che non sorprende Colonna. È di fatto l’unica azione saliente di un primo tempo da sbadigli, che lascia posto ad una ripresa frizzante, ricca di contenuti e occasioni capitalizzate o clamorosamente fallite.

Si parte dalla splendida combinazione volante e in profondità che parte dal portiere e passa dalle giocate di prima di Costa, Sapori e Aruci – abilissimo a scatenare la velocità di Bucci, che rientra sul destro per seminare l’ultimo avversario e non lascia scampo a Colonna. Il Domagnano accusa il colpo e va ad un passo dal colpo del K.O., che Bucci dilapida spedendo alto da pochi passi e in totale libertà.

Non fa meglio Lago che, mandato inavvertitamente in porta da Merendino, salta Zavoli ma non trova la porta vuota col mancino. I Lupi sono però in partita e dopo una bordata centrale di Fedeli, arriva al 73’ il gol del pareggio con capitan Angelini – su assist di Ramiro Lago, che riscatta l’erroraccio precedente.

Nel finale Barone impegna Colonna direttamente dalla bandierina, mentre Angelini torna a provarci dal limite senza precisione. La sintesi della ripresa è nell’azione che all’86’ manda la Libertas a un soffio dal successo: Olcese ruba palla di potenza e cerca il lob da 40 metri, sbattendo sulla traversa.

Il successivo tap-in a porta vuota, clamorosamente fallito da Bucci, fotografa il periodo attuale dei Granata – decisamente poco fortunati in fase realizzativa. Domenica tocca al Tre Penne, che potrebbe superare in un colpo solo Cosmos e Virtus, a patto di battere il San Giovanni.

Vuole tenere il passo de La Fiorita anche il Tre Fiori, impegnato nella stracittadina col Fiorentino. Infine, Juvenes-Dogana e Pennarossa si confronteranno per capire cosa fare da grandi: il decimo ed undicesimo posto, per il rendimento delle ultime stagioni dell’una e per le qualità espresse in questa dall’altra, sono decisamente poco veritieri, benché figli delle sentenze indiscutibili del campo.

Questo il quadro parziale dell’undicesima giornata, le sfide di domenica saranno distribuite in diretta gratuita su Titani.tv:

Domagnano Libertas 03/12 1-1 Acquaviva

Cailungo Murata 03/12 4-1 Domagnano

La Fiorita Faetano 03/12 4-0 Fiorentino

Virtus Cosmos 03/12 0-0 Montecchio

Tre Penne San Giovanni 04/12 15:00 Acquaviva

Juvenes-Dogana Pennarossa 04/12 15:00 Montecchio

Fiorentino Tre Fiori 04/12 15:00 Fiorentino

Riposa Folgore

FSGC | Ufficio Stampa

Related Posts

Lascia un commento