ironman-si-fa-situazione-migliorata-il-bilancio-del-maltempo-a-cervia:-marea-di-115-cm,-vento-a-110-km/h,-35-mm-di-pioggia-–-ravennanotizie.it

Ironman si fa. Situazione migliorata. Il bilancio del maltempo a Cervia: marea di 115 cm, vento a 110 km/h, 35 mm di pioggia – RavennaNotizie.it

Il Comune di Cervia comunica ufficialmente che domenica 18 settembre 2022 è confermato IRONMAN Italy Emilia-Romagna, che sarà disputato insieme all’IRONMAN 70.3 Italy Emilia-Romagna. I percorsi di gara e la viabilità con le relative modifiche sono quelli che erano stati previsti nella giornata di sabato 17 settembre.

Dal pomeriggio di oggi, appena le condizioni meteo l’hanno consentito, tutte le squadre di emergenza si sono attivate per riportare il prima possibile la situazione alla normalità, lavorando ininterrottamente per garantire lo svolgimento di Ironman e la percorribilità delle strade anche nelle zone non interessate dalla manifestazione.

La Prefettura di Ravenna ha coordinato il sistema di emergenza e tutte le Forze dell’Ordine. A Cervia nella prima mattina di oggi sabato 17 settembre è stato aperto il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile convocato con ordinanza del Sindaco.

Sono tuttora operative la strutture tecnica comunale e le squadre di operatori del verde per liberare le strade dagli alberi caduti e dai rami che intralciano la viabilità in particolare nelle zone del viale 2 Giugno, via G Di Vittorio, Viale De Amicis e a Pinarella.

Sono attive anche diverse squadre di Vigili del Fuoco che stanno effettuando decine di interventi nel territorio. Inoltre sono al lavoro le squadre di Hera con 3 macchine spazzatrici coadivuate da 4 operatori per liberare e pulire il percorso da foglie e aghi di pino.

Uno sforzo straordinario di tutto l’apparato tecnico, che continuerà tutta notte fino all’inizio delle gare per mettere in sicurezza il territorio e garantire sia l’incolumità di tutti cittadini e le persone, sia lo svolgimento dell’evento internazionale che ha richiamato migliaia di atleti, accompagnatori e turisti.

Di seguito il rapporto della Protezione Civile Comunale con i dati.

Protezione Civile Comunale di Cervia – rapporto della giornata del 17 settembre 2022

Poco dopo le ore 9 del giorno 17/09/2022, si sono verificati su tutto il territorio cervese fenomeni meteorologici di notevole intensità, quali:

  • marea a 0,85 mt s.l.v. in risalita,
  • raffiche di vento fino a 103 km/h in aumento.

Il fenomeno ha assunto le caratteristiche previste nel documento di ALLERTA N. 63/2022, emesso dalla regione Emilia-Romagna in data 16/09/2022, con validità sino alle ore 00:00 del 18/09/2022 (criticità colore GIALLO per temporali, stato del mare, criticità costiera e criticità colore ARANCIONE per vento). Il fenomeno ha interessato la fascia costiera e il porto canale con allagamenti e tutto il territorio per la caduta di alberi e grossi rami.

Rilevata l’importanza della situazione, l’Unità Protezione Civile, già in allerta, ha provveduto ad attivare le ditte convenzionate per il pronto intervento su strade e edifici comunali e il servizio Verde che ha coinvolto il proprio personale e la ditta appaltatrice della manutenzione del verde. Considerata la gravità dell’evento in atto, alle ore 9:30 il Sindaco, con specifica ordinanza ha disposto l’apertura del C.O.C. , coordinandosi con la Prefettura di Ravenna e l’Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile.

Dalle verifiche effettuate direttamente, dalle informazioni raccolte e attraverso segnalazioni pervenute alla Centrale Operativa si rilevava, a far tempo dalle ore 10:00, la criticità della situazione e i danni subiti alle proprietà pubbliche:

  • Allagamento del piazzale Bianchetti e dell’area compresa tra via Boito e via Maestri D’Ascia

  • Allagamento delle vie Parini e Oriani per la fuoriuscita dell’acqua del porto canale dai varchi del muro di contenimento, ancora sprovvisti delle protezioni invernali

  • Allagamento del sottopassaggio pedonale di via Bova, per l’impossibilità di scaricare l’acqua piovana raccolta

  • Compromissione di stabilità o sradicamento di alberature stradali e conseguente abbattimento delle stesse su strade, marciapiedi e proprietà private

  • Impercorribilità di molte strade del territorio per la presenza di tronchi e rami e per le rotture delle pavimentazioni causate dallo sradicamento degli alberi

  • Danni agli impianti di illuminazione pubblica e di segnaletica verticale

  • Danni alle alberature pubbliche e private

  • Danni alle attrezzature della Cooperativa Bagnini e degli stabilimenti balneari, ancora attrezzati per la stagione turistica

  • Danni alle auto in sosta o circolanti, interessate dai crolli delle alberature

  • Danni ad alcune strutture e arredi causate dalla forza del vento o dalle rovinose cadute di alberi e rami.

Al fine di contenere il pericolo per la pubblica incolumità e per ripristinare le condizioni minime di sicurezza, tramite il C.O.C., tutti i servizi comunali interessati hanno mobilitato personale tecnico e mezzi operativi comunali, nonché i mezzi immediatamente disponibili, ingaggiati con appalti di manutenzione. Oltre ai mezzi e al personale dell’Amministrazione comunale sono stati impiegati 20 operatori, 4 automezzi, 6 autocarri, 2 cestelli elevatori per l’abbattimento di alberature pericolanti, pulizia strade da tronchi e ramaglie, contenimento degli allagamenti.

Il personale e i mezzi di cui sopra, organizzati in squadre di pronto intervento, sono entrati in azione con lo scopo prioritario di contenere gli allagamenti e rimuovere le piante e i rami che intralciavano la circolazione, isolando parte del territorio comunale. Con le medesime finalità, sono stati attivati anche n. 11 volontari di protezione civile, appartenenti all’associazione di protezione civile LANCE CB CERVIA e squadre provenienti dal Coordinamento provinciale di Ravenna.

Grande contributo delle squadre dei Vigili del Fuoco, della Polizia Locale e Forze dell’Ordine, nonché dei mezzi della soc. HERA s.p.a. impegnata nella rimozione degli aghi di pino caduti sulle strade, particolarmente pericolosi per la viabilità ed il deflusso delle acque meteoriche.

La consistenza dei danni provocati, rilevati nel corso dei primi interventi ha evidenziato situazioni di possibile pericolo tali da rendere necessaria la prosecuzione degli interventi di ripristino immediato.

Le squadre di pronto intervento sono intervenute sul territorio realizzando i seguenti interventi:

  • rimozione e smaltimento alberature e rami abbattuti,

  • abbattimento e rimozione alberature e rami pericolanti,

  • ripristino circolazione pedonale e veicolare

  • ripristino impianti di illuminazione pubblica e segnaletica,

  • pulizia sede stradale e marciapiedi da materiale vegetale e detriti

Nel corso dell’evento si sono registrati i seguenti valori, superiori a quelli stimati nel documento di allerta ricevuta:

  • picco di marea pari a 1,15 mt s.l.m.
  • pioggia accumulata in 6 ore mm. 35
  • raffiche di vento pari a 110 km/h.

Related Posts

Lascia un commento