infermiera:-lascio-una-professione-sempre-piu-medica-e-meno-umana.

Infermiera: lascio una professione sempre più medica e meno umana.

Infermiera prossima alla pensione racconta la propria delusione verso l’infermieristica, un tempo la sua casa e adesso un mondo a lei estraneo.

Infermiera ci invia lettera: a poche settimane dal pensionamento si dice delusa dalla propria professione. Ecco il suo scritto.

Gentile assocarenews.it,

vi scrivo perchè tutti possano conoscere una realtà, forse non quella predominante, ma comunque presente.

Sono infermiera da 43 anni e di cose ne ho viste. Ero in piazza negli anni novanta e ho esultato quando siamo diventati “accademici”. Ho fatto oltre venticinque anni di sindacato attivo e sono prossima alla pensione.

Esatto, alle 14.00 del 29 febbraio chiuderò l’ultimo turno all’ambulatorio dove lavoro e diventerò pensionata.

Ho vissuto giorni bellissimi per gli infermieri italiani e sono grata alle molte persone che in grande e in piccolo hanno dimostrato di meritare il titolo di Infermiera o Infermiere.

Mi sembra che oggi gli infermieri abbiano saputo solo prendere il peggio dal mondo medico. Ho visto colleghi ragionare di non effettuare una prestazione in più perchè avrebbero dovuto giustificarla al paziente e quindi esporsi legalmente. L’Infermieristica difensiva l’ho chiamata. Siamo super specialisti ma dimentichiamo la persona, presi dalle tecnologie.

Non è per questo che siamo scesi in tanti nelle piazze.

Un giorno era casa mia ma adesso questa “famiglia” professionale è solamente un luogo freddo.

Vorrei sbagliarmi e credo ancora nelle prossime generazioni di infermieri. Spero leggano questa lettera.

Lucia, una infermiera.

L’articolo Infermiera: lascio una professione sempre più medica e meno umana. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.