«il-mio-amore-per-l'ambiente-e-la-mia-profonda-preoccupazione-per-il-nostro-pianeta».-undici-opere-in-mostra-di-tamara-dean

«Il mio amore per l'ambiente e la mia profonda preoccupazione per il nostro pianeta». Undici opere in mostra di Tamara Dean

«Quando entro in un bosco mi sembra di essere a casa».  Tamara Dean da Sydney, classe ’76, artista multidisciplinare e attivista ambientalista, più volte ha manifestato contro la deforestazione nel suo Paese e l’estrazione mineraria nell’isola corallina di Heron. Il soggetto principale delle sue fotografie è la natura, certo. E non a caso la sua ultima mostra, alla Monash Gallery of Art a Victoria, nell’Australia del Sud, s’intitola Leave Only Footprints, ovvero «Lasciate solo un’impronta», un invito a non distruggere l’immensa Madre Terra.

Ognuna delle 11 fotografie esposte rappresenta simbolicamente il percorso artistico che Tamara Dean ha intrapreso dopo l’esperienza da reportagista per il Sydney Morning Herald: «Quando ho avuto il mio primo figlio, è diventato evidente che non potevo più lavorare come prima. Non avevo più tutto il tempo per raccontare le storie degli altri. Inoltre, il congedo di maternità mi ha permesso di pensare a che cosa volessi fare per davvero, e cioè creare narrazioni fotografiche più personali», racconta su Capture Mag. Così, abbandonate le vite degli altri, intraprende una strada più artistica: l’ispirazione arriva dallo stile del preraffaellita John William Waterhouse.

Fra gli scatti in mostra ce n’è uno tratto dalla serie Endangered, simbolico, molto simbolico. Già in precedenza Tamara Dean aveva cercato di rappresentare il rapporto dell’uomo con il mare, ma il risultato – con un’inquadratura presa dall’alto – non era abbastanza. Così, superata la paura per l’Oceano, immersa dentro l’acqua, ha scattare la foto alle sedici persone che si sono prestate alla sua narrazione visiva. I soggetti sono apparsi «vulnerabili come ogni altra creatura esistente», per citarla. 

Tamara Dean, dalla serie Endangered (2019). Courtesy dell’artista e Michael Reid Gallery

Della prima serie dedicata al cambiamento climatico, Our Nature del 2018, alla Monash Gallery of Art è esposto Sacred Lotus. Lo scatto, realizzato per la Biennale d’Arte di Adelaide, ha come palcoscenico il giardino botanico Mount Lofty e rappresenta la distruzione dell’ecosistema da parte dell’uomo.

Tamara Dean, Sacred Lotus 2018. Courtesy dell’artista e Michael Reid Gallery

Hasselblad H5D

Related Posts

Lascia un commento