il-centrodestra-chiude-la-campagna-elettorale.-meloni:-“il-25-finisce-l'italia-voluta-dalla-sinistra”

Il centrodestra chiude la campagna elettorale. Meloni: “Il 25 finisce l'Italia voluta dalla sinistra”

L’incontro inizia in ritardo, nell’attesa il leader della Lega si fa i selfie tra le bandiere di Fratelli d’Italia, in netta maggioranza. Il primo a parlare è il capo di Forza Italia: “Siamo la maggioranza del paese”. Poi il segretario del Carroccio: “Prendiamo l’impegno di governare cinque anni”. In chiusura la leader di Fratelli d’Italia: “Non siamo disposti a fare inciuci”

Il video della manifestazione del centrodestra in Piazza del Popolo

Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi hanno chiuso insieme la campagna elettorale del centrodestra. I leader di Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia hanno parlato da Piazza del Popolo, nel’ultimo evento organizzato insieme prima delle elezioni di domenica 25 settembre. L’ultimo precedente che vede i tre partecipare insieme a una manifestazione congiunta risaleva all’ottobre 2019, quando si ritrovarono in Piazza San Giovanni, sempre a Roma, prima delle elezioni amministrative.

Meloni: “Il 25 finisce l’Italia voluta dalla sinistra”

“Ci dicono che facciamo paura. Ma a chi facciamo paura? Agli amici degli amici, che occupano posizioni solo perché hanno la tessera del Pd. Noi non vogliamo sostituire un sistema di potere con un altro, ma servire le istituzioni”. Lo ha detto Giorgia Meloni nel suo intervento in Piazza del Popolo. “Costruiremo un governo saldo, coeso, con un forte mandato popolare. Basta turarsi il naso, il 25 finisce l’Italia che vuole la sinistra”.

“Da una parte c’è il centrodestra. Dall’altra parte ci sono Letta, Conte, Calenda, Di Maio, Bonino, Fratoianni, Bonelli, apparentemente si combattono tutti gli altri. E la maggioranza con chi pensano di farla? Voglio sfidarli. Dichiarino prima dell’apertura delle urne quali sono i partiti con cui sono disposti ad allersi per andare al governo”, ha aggiunto Meloni. 

A proposito delle riforme costituzionali, Meloni ha detto: “Se abbiamo i numeri, siamo pronti a fare il presidenzialismo anche senza la sinistra”. 

Salvini: “Ci prendiamo l’impegno di governare 5 anni”

“Con Giorgia e Silvio ci prendiamo l’impegno di governare bene, per cinque anni. CI rivediamo qui tra cinque anni”. Lo ha detto introducendo il suo intervento in Piazza del Popolo il segretario della Lega Matteo Salvini.

Uno dei punti principali del discorso di Salvini è stato il rilancio della proposta per abolire il canone Rai. “Basta pagare dazio per i comizi della sinistra”, ha detto. Ha poi aggiunto che il primo atto del nuovo governo guidato dal centrodestra sarebbe un decreto per contrastare l’impennata dei costi dell’energia,

Applausometro piuttosto tiepido

Per ora l’applausometro della piazza segna un’accoglienza piuttosto tiepida. L’intervento di Berlusconi è stato salutato con applausi moderati, più rumorosi quando alla fine ha citato Giorgia Meloni. Accoglienza più calorosa per quanto riguarda Matteo Salvini.

Berlusconi il primo a parlare: “Siamo la maggioranza del paese”

L’uomo che ha fondato il centrodestra italiano, lulitimo presidente de consiglio votato dal popolo, lo statista italiano  più famoso e stimato nel mondo. Ecco Silvio Berlusconi”. Così Giovanni Donzelli, deputato e capo dell’organizzazione di Fd’I. Questa la chiosa del Cav. “Ma chi lo ha pagato questo qui?”.

“L’Italia non vuole essere governata dalla sinistra. Siamo la maggioranza del paese”, ha detto Berlusconi dal palco. ”Noi siamo qui perchè abbiamo un grande futuro da realizzare insieme. Ci domandiamo quale Italia vogliamo costruire per il futuro? Noi vogliamo costruire un’Italia dove non ci siano cittadini di serie B, vogliamo costruire un’Italia dove nessuno abbia a temere se va al governo un suo avversario politico”, ha aggiunto il Cav. Che si è fatto garante, all’interno della coalizione, del collocamento europeista.

Ha chiuso il suo intervento dicendo “viva Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia, viva Matteo Salvini e la Lega, viva Forza Italia e viva la libertà”.

Lupi: “Scholz si occupi più del price-cup che del centrodestra”

“Il cancelliere tedesco si occupi più di mettere il tetto del gas insieme all’Europa invece di una democrazia solida come l’Italia che saprà scegliere chi governarla”. Così Maurizio Lupi, leader di Noi Moderati da piazza de Popolo.

Salvini si scatta selfie (con i militanti di FdI)

A dispetto di quanto ci si aspettasse, invece di rimanere nelle retrovie, Matteo Salvini si è gettato in piazza. Nel video qui sotto lo si può vedere mentre si scatta un selfie con alcuni militanti di Fratelli d’Italia (maggioritari in tutta Piazza del Popolo).

Piazza vuota per metà. Le bandiere di Fratelli d’Italia vanno per la maggiore

Alle 18.20, quasi un’ora dopo la convocazione, Piazza del Popolo, dietro l’obelisco, è tutta vuota. Davanti per riempirla la piazza è stata transennata e la gente siede seduta. Insomma, anche lì ci sono poche persone.

Ci sono più bandiere della gioventù nazionale, i giovani di FdI, che di Lega e Fi messi insieme. I giovani sono tanti, più di quello che uno potesse aspettarsi. 

L’arrivo dei deputati di FdI (in bus)

Fabio Rampelli e altri deputati sono arrivati a bordo di un bus turistico. “Già si festeggi? Ma no, quello dopo le elezioni, questo era un simbolico arrivo delle periferie in centro”.

Related Posts

Lascia un commento