hunger-games:-la-ballata-dell’usignolo-e-del-serpente:-le-prime-immagini-in-esclusiva

Hunger Games: la ballata dell’usignolo e del serpente: le prime immagini in esclusiva

«Questa è una storia d’amore», dice Francis Lawrence. La frase sorprende se detta dal regista di Hunger Games: la ballata dell’usignolo e del serpente, ma in questo prequel c’è molto di più dei Giochi che ci si aspetta: «È una storia d’amore ambientata in un mondo diverso, in un’epoca diversa», aggiunge Lawrence, «una storia d’amore molto intima». Come dargli torto.

Ambientato circa 64 anni prima della saga narrata nella quadrilogia originale di Hunger Games, il nuovo film, ispirato al romanzo del 2020 dell’autrice di Hunger Games Suzanne Collins, segue Coriolanus Snow (Tom Blyth) decenni prima che diventi l’uomo più potente nella terra distopica di Panem. Il futuro presidente Snow, interpretato nei film di Hunger Games da Donald Sutherland, non è comunque meno ambizioso di quando era uno studente delle superiori: «È un giovane che si sta facendo strada nel mondo, ma fa anche delle scelte che lasciano presagire l’uomo che sta diventando», afferma la produttrice Nina Jacobson. Nel corso del film, si troverà in bilico tra due forze della natura: l’affascinante Lucy Gray Baird (Rachel Zegler) e la malvagia dottoressa Volumnia Gaul (Viola Davis). «È un mutaforma che desidera il controllo, ma è attratto da una donna che minaccia tutto ciò che pensava di volere».

Quella donna, Lucy Gray, aggiunge un tocco di dolcezza al mondo brutale del franchise. Proprio come l’eroina di Hunger Games Katniss Everdeen (Jennifer Lawrence nei film originali), è un omaggio del Distretto 12. A differenza di Katniss, Lucy Gray è un’eroina di Hunger Games. A differenza di Katniss, Lucy Gray proviene da un gruppo noto per la sua cultura musicale molto radicata. La sua relazione con Snow inizia nell’arena, ma si sviluppa rapidamente al di là di ciò che vede la macchina da presa. Come mostra la prima immagine esclusiva del film, qui sopra, Rachel calma Snow in un modo che poco altro nel suo mondo devastato dalla guerra può fare.

«Non è un giudizio, ma Lucy Gray è l’anti-Katniss», aggiunge Lawrence. «È una musicista, un’artista, un’ammaliatrice. Snow non ha mai incontrato una ragazza così».

Ambientato decenni prima della nascita di Katniss, il film approfondisce la mitologia di Panem su cui sono stati costruiti i film e i romanzi originali. Snow e i suoi contemporanei stanno ancora facendo i conti con le conseguenze dei «giorni bui», le guerre che hanno portato agli Hunger Games.

«È completamente diverso dal punto di vista stilistico, in termini di design, personaggi e punto di vista», dice Jacobson, «poter mostrare un lato diverso di Panem in un momento diverso della sua storia è stato davvero emozionante». Lawrence ha anticipato che il production designer Uli Hanisch (The Queen’s Gambit) ha lavorato per creare una «nuova versione» della nazione distopica, e che molti suoi aspetti – dall’architettura al design degli interni – riflettono la natura distrutta del mondo e dei personaggi di questa storia. «Rifaremo anche il Distretto 12, rifaremo tutto il Campidoglio», aggiunge, «e un’arena nuova di zecca».

Naturalmente, La ballata dell’usignolo e del serpente avrà ancora molti richiami: «Suzanne ha fatto un ottimo lavoro nel tornare alla mitologia e nel raccontare la storia della creazione del mondo», dice Lawrence, «si ha un piccolo background di Katniss. Ovviamente si scoprirà molto del background di Snow, della storia dei Giochi, della storia di alcune musiche, da dove provengono canzoni come The Hanging Tree».

«Tornare nel mondo di Hunger Games è stato un ritorno a casa», aggiunge Jacobson,«”e anche un viaggio verso una maggiore comprensione del cattivo principale della serie». «Per quanto possiamo odiare Snow nei film successivi», dice Lawrence, «vedere che è un vero essere umano… c’è qualcosa di veramente entusiasmante in questo».

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.