gravidanza:-segnali-che-indicano-quando-e-necessario-chiamare-il-medico

Gravidanza: segnali che indicano quando è necessario chiamare il medico

Durante la gravidanza è necessario prestare attenzione ad alcuni segnali che indicano quando è necessario chiamare il medico. Dalle smagliature, alle perdite al seno, alla barba che letteralmente cresce (sì, possono crescere i peli sul viso!) è chiaro che la gravidanza può far sì che il corpo faccia cose strane.

In questo articolo, tuttavia, parlerò di alcune complicazioni della gravidanza che dovreste sempre, al 100%, far presente al vostro medico.

Sanguinamento

Il sanguinamento vaginale fa sempre paura durante la gravidanza. Quando si è stati mesi senza mestruazioni, una goccia di sangue nel water può essere piuttosto snervante. Alcune donne sperimentano un’emorragia nel primo trimestre, quando il bambino si impianta nella parete uterina.

In genere si tratta di uno spotting molto leggero, che spesso si verifica anche prima di scoprire di essere incinta.

Le cause:

  • Problemi con la placenta, tra cui una placenta previa o un distacco: La placenta previa si verifica quando la placenta si impianta vicino o copre completamente la cervice. In genere non è dannosa per il bambino, a meno che l’emorragia non sia eccessiva.
  • Aborto spontaneo: L’aborto spontaneo è comunemente accompagnato da crampi addominali e da un’emorragia pesante e di colore rosso vivo.

    Quanto più avanti è la gravidanza, tanto più forti saranno i crampi e più pesante il sanguinamento.

  • Rapporti sessuali: Il sesso è un motivo molto comune di sanguinamento vaginale durante la gravidanza. La cervice è molto vascolare (vi affluisce molto sangue) e qualsiasi tipo di manipolazione può provocare un’emorragia.
  • Trauma addominale: Un trauma corporeo esterno può causare un’emorragia vaginale, come un incidente d’auto o una caduta.

gravidanza quando chiamare il medico sintomi

Dolore addominale

C’è solo un momento in cui si dovrebbe avere un dolore addominale giustificato durante la gravidanza, ed è quando si è in travaglio! Il travaglio dopo la 37a settimana, per l’esattezza. Tutti gli altri casi devono essere segnalati al medico, perché i dolori addominali possono segnalare molti problemi diversi. La maggior parte di questi li ho già citati nella sezione dedicata all’emorragia, ma alcuni motivi comuni includono:

  • Travaglio pretermine
  • Aborto spontaneo
  • Contrazioni di Braxton-Hicks
  • Rottura della placenta
  • Gravidanza ectopica
  • Infezioni
  • Rottura uterina
  • Stitichezza

Perdite

Il liquido amniotico è il cuscinetto che aiuta a proteggere il bambino durante la gravidanza. È anche importante per la maturazione polmonare del bambino. È comune che le acque si rompano spontaneamente quando si è in travaglio, ma a volte succede prima del termine. Questo è l’aspetto che preoccupa il vostro ginecologo se segnalate perdite vaginali prima della 37a settimana.

A volte le infezioni vaginali possono causare un aumento delle perdite durante la gravidanza. Inoltre, verso la fine della gravidanza, potrebbe verificarsi un aumento di queste perdite perché il corpo si sta preparando al travaglio.

Related Posts

Lascia un commento