giulia,-infermiera:-“voglio-tornare-a-casa-ma-non-mi-danno-nulla-osta-per-mobilita-e-brunetta-se-la-ride”.

Giulia, Infermiera: “voglio tornare a casa ma non mi danno nulla osta per Mobilità e Brunetta se la ride”.

La lettera di Giulia, Infermiera, riapre la discussione sulle mobilità negate in sanità: “voglio tornare a casa ma non mi danno nulla osta per farlo, mentre Brunetta se la ride”.

Egr. Direttore di AssoCareNews.it,

pensavo che con l’approvazione dell’ultimo Decreto Brunetta si confidava nella possibilità per tanti Infermieri, Ostetriche, OSS e Professioni Sanitarie di tornare a casa con la mobilità, ma si tratta della solita presa in giro nei confronti di noi professionisti della salute.

Non ci daranno mai il nulla osta e oggi ad aggravare la situazione c’è stato proprio la decisione del Ministro di Forza Italia. Noi professionisti sanitari continuiamo ad essere presi in giro dalla Politica e dai Governi, mentre è chiaro che le Federazioni e le organizzazioni sindacali che ci rappresentano non sono in grado di far invertire questo fenomeno.

Inutile chiamarci eroi e darci medaglie e riconoscimenti se poi non ci rispettano come persone. Vogliamo tornare a casa, cosa dobbiamo fare tagliarci le vene per convincervi?

Buona serata e continuate a dare voce a chi come me voce non ha.

Giulia R., Infermiera

Leggi anche:

Mobilità Infermieri, OSS e Professionisti Sanitari: addio nulla osta ma il Decreto Brunetta esclude il SSN.

L’articolo Giulia, Infermiera: “voglio tornare a casa ma non mi danno nulla osta per Mobilità e Brunetta se la ride”. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *