genova,-luglio-2001.-l’ebook-dell’espresso-per-i-venti-anni-dagli-eventi-del-g8

Genova, luglio 2001. L’ebook dell’Espresso per i venti anni dagli eventi del G8

Chiedi cos’era la Diaz, chiedi cosa è successo a Genova in piazza Alimonda il 20 luglio 2001, venti anni fa. In quella estate breve durata due mesi: dal G8 in Italia, con il governo Berlusconi trionfante appena nato, alla mattina di New York dell’11 settembre, quando è cambiato il mondo e la favola della bella globalizzazione, la caduta dei muri, l’apertura dei mercati, la Rete che connetteva gli spiriti illuminati, si è capovolta nell’incubo del terrorismo globale e della guerra.

Per noi la guerra è cominciata due mesi prima, a Genova. Una guerra sporca, condotta con la violenza di Stato, con la sospensione dei diritti costituzionali nella scuola Diaz e nella caserma Bolzaneto, con le bugie e le menzogne. Ma Genova è stata anche il punto più alto di un movimento di massa che aveva scosso la società civile, che si è ritrovato nei Social Forum e nel movimento della pace, ma che è stato stroncato nella sua possibilità di cambiare radicalmente il linguaggio, i dirigenti, l’organizzazione della sinistra italiana. Dopo Genova, la sinistra nelle sue varie sfaccettature si è ritrovata più sola e più sconfitta.

In quelle giornate c’è una delle chiavi di spiegazione possibile per le fragilità di oggi. Importante, ma rimossa.

Per questo L’Espresso ha dedicato ai venti anni di Genova 2001 l’approfondimento che ora viene raccolto in questo e-book per i lettori. Con un doppio obiettivo: raccontare con i documenti e le testimonianze cosa avvenne venti anni fa, per chi ne ha sentito parlare in modo superficiale, per chi non era nato e non ne sa nulla. Aprire un dibattito politico su cosa sarebbe potuto essere e su cosa è rimasto dell’eredità di un movimento che ha sognato un altro mondo possibile. Due obiettivi che in fondo si riassumono in uno solo. Non dimenticare.

L’ebook dell’Espresso, che ha la copertina di Zerocalcare, ricostruisce in maniera rigorosa e veritiera quanto è accaduto in quelle giornate di luglio del 2001 a Genova. Simone Pieranni racconta piazza Alimonda, la scuola Diaz e la caserma Bolzaneto. Una pagina di grande giornalismo e resteranno come testimonianza per i tanti ragazzi e ragazze che allora non erano ancora nati. A loro, a chi oggi sente intollerabili le ingiustizie nel mondo, a chi non c’era è dedicato questo volume. Segue l’intervento di Massimo Cacciari, l’intervista di Federica Bianchi ad Alexis Tsipras, il reportage di Matteo Macor dalla scuola Diaz venti anni dopo.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *