franco,-oss:-“ci-sono-bravi-operatori-socio-sanitari-e-bravi-infermieri,-non-sono-i-tre-anni-di-studi-a-fare-la-differenza”.

Franco, OSS: “ci sono bravi Operatori Socio Sanitari e bravi Infermieri, non sono i tre anni di studi a fare la differenza”.

Ci scrive Franco Alaimo, OSS: “ci sono bravi Operatori Socio Sanitari e bravi Infermieri, non sono i tre anni di studi a fare la differenza”.

Egr. Direttore,

volevo solo precisare che sia gli OSS che gli Infermieri sono prima persone con una educazione ed una formazione civica e umana, poi, la professione indirizza in vari settori della vita.

Nessun OSS ha bisogno di essere controllato nella sua parte umana o nella forma mentis, o, almeno, lo è tanto quanto gli Infermieri.

Ricordo poi che molte delle mansioni che descriveva la collega, spesso sono volutamente esagerate, molte di quelle azioni le compie l’OSS e non mi sembrano dispiaciuti i colleghi infermieri.

Il reparto è altra cosa dal semplice e facile scrivere e rendere anormale le operazioni di routine. Ci sono OSS che sbagliano e ci sono Infermieri che sbagliano, questo è il punto, non il potere, il comando o gli stipendi.

Entrate in un reparto in incognita e solo così avrete una idea chiara e nitida della realtà, del lavoro degli OSS, di come comunicano con i pazienti, come li integrano la dove è possibile e quante mansioni svolge, anche restando nell’ambito delle proprie.

Non sono tre anni di studi o uno che formano la coscienza, l’educazione e l’amore per il proprio lavoro, convincetevi di questo.

Grazie.

Franco Alaimo, OSS

Leggi anche:

Sonia, OSS: “è vero molti Operatori Socio Sanitari non sono adeguati per questo lavoro, ma gli Infermieri ne approfittano”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.