festival-di-venezia-2021,-il-red-carpet-di-paolo-sorrentino-e-in-coppia

Festival di Venezia 2021, il red carpet di Paolo Sorrentino è in coppia

Kirsten Dunst e il fratello Christian sul red carpet di «The Power of the Dog»
Paolo Sorrentino e la moglie Daniela D’Antonio
Irene Ferri
Zoe Saldana e il marito Marco Perego
Marco Bellocchio
Luisa Ranieri e Luca Zingaretti
Tony Servillo e la moglie Manuela Lamanna
Luisa Ranieri
Alessandro Borghi e Irene Ferri
Tony Servillo
Paolo Sorrentino
Benedict Cumberbatch, Jane Campion e Kirsten Dunst
Benedict Cumberbatch e Sophie Hunter
Roberta Mastromichele e Matt Dillon
Marco Bellocchio
Zoe Saldana

Venezia 78 entra sempre più nel vivo. È il 2 settembre, il giorno di Paolo Sorrentino, del suo film più personale di sempre. Ed eccolo sul red carpet del suo È stata la mano di Dio: se c’è emozione, non si vede.Intorno a lui volti familiari (come la moglie Daniela D’Antonio), l’amico di sempre e attore «feticcio» Tony Servillo, anche lui mano nella mano (con la moglie Manuela Lamanna). E poi il suo giovane «alter ego» Fabietto, ossia Filippo Scotti, 21 anni per la prima volta al Festival.

Nel cast anche Luisa Ranieri che porta avanti il «valzer delle coppie»: con lei c’è Luca Zingaretti, marito e padre delle sue due bambine. Debutta davanti ai fotografi anche l’amore tra Alessandro Borghi (al Lido per Mondocane) e la modella Irene Ferri. Stanno insieme, assicurano i bene informati, da oltre due anni, ma Venezia rende tutto «ufficiale».

Il bacio sul red carpet stasera tocca a Zoe Saldana e al marito (italiano) Marco Perego. Sull’altro tappeto della serata (The Power of the Dog), invece, a baciarsi sono i sempre discreti Benedict Cumberbatch e la moglie Sophie Hunter. Jane Campion è tornata a dirigere dopo 12 anni, e a tenerle le mani – oltre all’attore – c’è Kirsten Dunst, accompagnata dal fratello minore Christian. Affari di famiglia.

Tutte le foto del 2 settembre nella nostra gallery

LEGGI ANCHE

Venezia 78, «Mondocane»: il nuovo film con Alessandro Borghi

LEGGI ANCHE

Venezia 78, Sorrentino: «Ho fatto il film per spiegare me stesso ai miei figli»

LEGGI ANCHE

«Venice Stories», la Mostra del Cinema di Venezia attraverso gli occhi di Michele Riondino

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *