erbe-e-produzione-di-latte-materno:-cosa-sapere-|-mamme-magazine

Erbe e produzione di latte materno: cosa sapere | Mamme Magazine

Le erbe possono aumentare la produzione di latte materno? Probabilmente vi sarà capitato di vedere in rete suggerimenti per provare un certo tè, un biscotto per l’allattamento, un integratore o una tintura per aumentare la produzione di latte materno.

Tuttavia, la realtà è che questi rimedi erboristici non sono basati su prove e hanno possibili effetti collaterali. Si tratta di un tentativo di risolvere un sintomo senza andare effettivamente a fondo del motivo per cui la madre ha scarse scorte.

Cosa sono i galattagoghi?

Innanzitutto, parliamo dei galattagoghi. Si tratta di sostanze che aumentano la produzione di latte materno. Possono essere soggetti a prescrizione medica, come il Motilium, o galattagoghi a base di erbe che si trovano sotto forma di capsule, tè e biscotti.

Le erbe e gli alimenti più comunemente usati per cercare di aumentare la produzione di latte sono il fieno greco, il cardo benedetto, le foglie di ortica, la farina d’avena, il lievito di birra e la birra.

Alcuni di questi alimenti sono stati utilizzati per secoli e hanno molti rapporti aneddotici a sostegno della loro efficacia. Tuttavia, la ricerca su questi alimenti è limitata e quella disponibile è contraddittoria. Ad esempio, uno studio condotto nel 2011 sull’efficacia del tè di fieno greco e uno studio del 2013 sull’efficacia delle capsule di fieno greco hanno dato risultati diversi.

Le erbe possono aumentare la produzione di latte materno?

Non fraintendetemi. Si può provare qualcosa che le donne usano da secoli per aumentare la loro produzione. Tuttavia, è importante capire che non si tratta di un metodo basato sull’evidenza. Inoltre, l’uso del fieno greco può comportare dei rischi, tra cui effetti collaterali come nausea, vomito, diarrea e flatulenza. Occorre inoltre prestare attenzione al fieno greco quando se ne somministrano dosi elevate a donne con diabete o che assumono fluidificanti del sangue.

erbe produzione latte materno

Altre sostanze, come il cardo benedetto, la farina d’avena, il lievito di birra e la birra, non dispongono di prove a sostegno del loro uso per aumentare l’offerta. Se si intende assumere un integratore a base di erbe, è importante parlare con il proprio medico curante. Questi possono aiutarvi ad assicurarvi che non solo vi porti dei miglioramenti, ma anche che non provochi effetti collaterali.

E la mia amica che ha detto che queste erbe l’hanno aiutata?

Che dire delle donne che sostengono che il fieno greco, il cardo benedetto e i biscotti che hanno mangiato hanno fatto la differenza per le loro scorte? Ebbene, le donne che hanno avuto un aumento considerevole avevano già una scorta ben consolidata. Forse avevano solo bisogno di una spinta. Ma è improbabile che queste erbe aiutino chi ha davvero poche scorte. Questo tipo di aumento potrebbe essere raggiunto anche utilizzando metodi basati sull’evidenza, come una rimozione del latte più frequente (ed efficace).

Per le donne con problemi cronici e continui di scarsa produzione, gli integratori a base di erbe, le tisane e i biscotti per l’allattamento probabilmente non serviranno a nulla. Può essere estremamente frustrante e scoraggiante per le donne che si trovano in questa situazione sentirsi dire continuamente di prendere un’erba o di mangiare un biscotto per aumentare le scorte, quando la risposta potrebbe non essere in un integratore. La donna ha piuttosto bisogno di un’indagine approfondita sul perché le sue scorte sono scarse.

Related Posts

Lascia un commento