elezioni-a-ravenna-–-45-/-diario-elettorale-del-18-agosto:-nessuna-sfida-all’ok-corral,-regole-serie-per-confronto-serio-dice-de-pascale,-che-il-23-avra-letta-con-lui

ELEZIONI A RAVENNA – 45 / Diario elettorale del 18 agosto: nessuna sfida all’OK Corral, regole serie per confronto serio dice de Pascale, che il 23 avrà Letta con lui

Nel centrodestra ravennate c’è un problema. Il rompicapo dei candidati è riuscire ad emergere fra tutti quelli in lizza per arrivare primi fra i secondi (tutti sanno che il più votato al primo turno sarà il Sindaco uscente Michele de Pascale) sperando di portare l’uomo del Pd e del centrosinistra al ballottaggio. I pretendenti sono molti: Filippo Donati (Viva Ravenna, Lega, Fratelli d’Italia), Alberto Ancarani (Forza Italia), Alvaro Ancisi (Lista per Ravenna e alleati minori, che non ha ancora dato la notizia ufficiale ma al 99% sarà candidato), Veronica Verlicchi (La Pigna e alleati minori) e Mauro Bertolino (Alleanza di Centro).

Chi sgomita di più – e non da oggi – per cercare un posto al sole è Veronica Verlicchi, l’unica candidata Sindaco donna, ma anche la più “rude” sul piano del linguaggio. Da tempo Verlicchi ha nel mirino il Sindaco Michele de Pascale e cerca in tutte le maniere di sfidarlo politicamente a duello. Inutilmente. Il Sindaco ovviamente non ha alcuna intenzione di pescare dal mazzo dell’opposizione un interlocutore da accreditare e lascia che se la vedano fra loro. Perciò è destinato a cadere nel vuoto anche l’ultimo disperato tentativo di sfida lanciato via Facebook da Verlicchi a de Pascale con tanto di appuntamento in Piazza del Popolo alle ore 11 di giovedì 19 agosto. Vedremo se qualcuno si presenterà con cinturone e pistola per questa sfida d’altri tempi all’OK Corral.

Intanto il Sindaco e candidato del centrosinistra Michele de Pascale che ha liquidato la cosa con un “non vale la pena commentare iniziative alla spaghetti western”, pone invece un problema serio che riguarda i confronti fra i 10 candidati Sindaci o quelli che saranno.

Michele de Pascale (candidato Sindaco del centrosinistra): “per un confronto serio occorre definire delle regole, vediamole insieme come si fa nella conferenza dei capigruppo” – Il Sindaco in carica e l’uomo da battere del centrosinistra, Michele de Pascale, dopo le polemiche sul confronto proposto da ORA x Ravenna (che non si sa se sia ancora in agenda) ha proposto che i candidati o loro rappresentanti si vedano per definire le regole con cui tenere i confronti pubblici, altrimenti molto complicati con 10 candidati. “Io ho fatto una proposta – dice de Pascale – ma nessuno finora ha risposto. Ripeto la mia proposta: vediamoci noi candidati, oppure si vedano i responsabili delle rispettive campagne elettorali, e stabiliamo insieme le modalità per tenere questi confronti. Come si fa in Consiglio comunale con la conferenza dei capigruppo. È l’unico modo per fare delle cose serie. Altrimenti se devo andare a un confronto fra 10 candidati della durata di 2 ore in cui ho appena 10 minuti per parlare del futuro di Ravenna, di confronti così ne faccio uno o due al massimo. Non di più. Non dieci confronti con il pubblico delle varie fazioni schierato, perché alla fine succederà così. Se si profila una cosa del genere preferisco dedicarmi alla mia campagna elettorale, incontrando cittadini e associazioni. Fra l’altro sono tutti convinti di andare al ballottaggio e allora dico: facciamo dei faccia a faccia nel ballottaggio. Inoltre ci sono tante testate che vogliono fare questi incontri: dobbiamo decidere insieme con chi e come. Come si fa a stabilire tu sì e tu no.”

“Dopo le venti serate tematiche della Movimentazione Civica, in questa fase sto facendo il giro del territorio – continua de Pascale – in città e nel forese, quindi nei quartieri e nei paesi. Preferisco parlare di territorio in un comune grande come quello di Ravenna, in cui tutte le realtà hanno la stessa dignità, e non mi va di parlare di campagna in riferimento al forese, come fa Donati, con un termine vecchio che non rende giustizia a ciò che oggi il nostro forese è e rappresenta. Entro fine agosto sarà pronto il nostro programma e sono molto molto fiducioso sul fatto che sarà un programma di governo di alto profilo, in cui tutta la coalizione si ritroverà. In quel momento proveremo anche ad alzare il livello del confronto elettorale, che finora è stato piuttosto modesto, perché non esiste città italiana dove non ci sia qualcosa da qualche parte che non va e l’opposizione non può limitarsi ad andare a cercare queste cose in giro per il comune per dimostrare l’indimostrabile.”

“Il perimetro della mia coalizione è molto ampio e ben definito e consolidato e credo che alla fine – fra pochi giorni – anche il M5S annuncerà la sua adesione e quindi si concluderà in modo positivo il confronto aperto coi Cinque Stelle di Ravenna da molti mesi” conclude de Pascale.

La campagna elettorale in grande stile del Pd comincerà a San Pietro in Vincoli lunedì 23 agosto con un’iniziativa che vedrà scendere in campo a fianco di Michele de Pascale il segretario nazionale del Pd Enrico Letta. L’appuntamento è alle 21 in Piazza del Foro Boario a S. P. in Vincoli, appunto.

Veronica Verlicchi (La Pigna) lancia una nuova sfida a Michele de Pascale: vediamoci domani in piazza alle 11“𝗜𝗻𝘃𝗲𝗰𝗲 𝗱𝗶 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗶𝗻𝘂𝗮𝗿𝗲 𝗮 𝘁𝗮𝗴𝗹𝗶𝗮𝗿𝗲 𝗻𝗮𝘀𝘁𝗿𝗶, 𝗮 𝗰𝗮𝘃𝗮𝗹𝗰𝗮𝗿𝗲 𝗰𝗮𝘃𝗮𝗹𝗹𝗶 𝗲 𝗮 𝗿𝗮𝘇𝘇𝗼𝗹𝗮𝗿𝗲 𝗰𝗼𝗻𝘀𝗲𝗻𝘀𝗶 𝗻𝗲𝗶 𝗺𝗲𝗿𝗰𝗮𝘁𝗶 𝗰𝗶𝘁𝘁𝗮𝗱𝗶𝗻𝗶 (𝗹𝘂𝗼𝗴𝗵𝗶 𝗶𝗻 𝗰𝘂𝗶 𝗻𝗼𝗻 𝘁𝗶 𝘀𝗲𝗶 𝗺𝗮𝗶 𝗳𝗮𝘁𝘁𝗼 𝘃𝗲𝗱𝗲𝗿𝗲 𝗶𝗻 𝗾𝘂𝗲𝘀𝘁𝗶 𝟱 𝗮𝗻𝗻𝗶 𝗳𝗶𝗻𝗼 𝗮𝗱 𝗼𝗴𝗴𝗶) 𝗳𝗮𝗰𝗰𝗶𝗮𝗺𝗼 𝘂𝗻 𝗰𝗼𝗻𝗳𝗿𝗼𝗻𝘁𝗼 𝘀𝗲𝗿𝗶𝗼 𝗲 𝗰𝗼𝘀𝘁𝗿𝘂𝘁𝘁𝗶𝘃𝗼 𝘀𝘂𝗶 𝘁𝗲𝗺𝗶 𝗰𝗵𝗲 𝗶𝗻𝘁𝗲𝗿𝗲𝘀𝘀𝗮𝗻𝗼 𝗶 𝗿𝗮𝘃𝗲𝗻𝗻𝗮𝘁𝗶”. Così Veronica Verlicchi (La Pigna) su Facebook provoca il Sindaco e candidato Michele de Pascale. “Questa la sfida lanciata dalla nostra Candidata a Sindaco Veronica Verlicchi al candidato del Pd e affini#MicheledePascale. De Pascale, basta fare il candidato struzzo così come hai fatto il sindaco struzzo in questi 5 anni. Cominciamo finalmente a parlare di progetti e soluzioni alle problematiche che affliggono il nostro territorio. Appuntamento giovedì 19 agosto alle 11 in Piazza del Popolo… de Pascale si presenterà?” Così recita il post della Verlicchi.

Ravenna Coraggiosa: corridoi umanitari per i profughi afghani “Le immagini delle persone che – pur di tentare una disperata fuga dall’Afghanistan – si aggrappavano agli aerei in decollo, hanno fatto il giro del mondo in pochi minuti e mostrato la tragicità della situazione in atto. Certo, quello che vediamo oggi non è che il risultato di vent’anni di politiche disastrose da parte degli Stati Uniti e delle forze occidentali, che hanno destabilizzato il paese raccontando di esportare la democrazia. In questa situazione di emergenza, la priorità deve essere rivolta ai profughi afghani che stanno tentando di lasciare il paese: come Ravenna Coraggiosa ci uniamo all’appello rivolto al Governo italiano per la creazione di corridoi umanitari che garantiscano la sicurezza e l’incolumità delle persone in fuga. La popolazione afghana – e prioritariamente donne e ragazze, minoranze etniche e religiose – sono in una situazione di forte pericolo sotto il potere talebano, pertanto Italia e Europa hanno il dovere morale di accoglierle. Condividiamo inoltre l’appello dell’Anci al Governo, in cui si attesta che i sindaci italiani sono pronti a fare la loro parte nell’ accogliere le famiglie afghane: convinti che anche Ravenna, con la sua tradizione di città accogliente e solidale, sarà in grado di rispondere a questa situazione di emergenza.” Così in una nota Ravenna Coraggiosa.

Gianfranco Santini (candidato sindaco per Potere al Popolo): il mistero delle bici scomparse, a quando la risposta?“Il 30 luglio abbiamo inviato una domanda all’Amministrazione riguardo alla questione del Bike Sharing e delle bici introvabili. Dopo 15 giorni nessuno ha provveduto a dare una qualsiasi risposta. Questa risposta che vi sollecitiamo, non è dovuta a noi. La dovete alla cittadinanza di Ravenna. Quando si spendono fondi pubblici (170.000 €) si deve risponderne. Per cui vi chiediamo nuovamente, dove sono finite le 285 biciclette?” Così Gianfranco Santini di Potere al popolo.

PAGINA SOGGETTA AD AGGIORNAMENTO

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *