e-tempo-di-rock-al-teatro-socjale-con-la-musica-di-stef-burns-league-le-novita-della-nuova-stagione-–-ravennanotizie.it

È tempo di rock al Teatro Socjale con la musica di Stef Burns League. Le novità della nuova stagione – RavennaNotizie.it

Questa sera, 11 dicembre, al Teatro Socjale di Piangipane, ore 21, è in programma il concerto dello storico chitarrista di Vasco Rossi, Stef Burns, che accompagnato dalla sua band propone una scaletta di rock puro, da alcuni brani contenuti nei suoi 4 album da solista e anche cover di brani che hanno segnato la storia del rock. Parliamo della stagione in corso al Socjale con il direttore artistico Filippo Padovani, e con Federico Berti impresario dello spettacolo, che oltre a curare una serie di concerti dedicati alle grandi chitarre presso il teatro di Piangipane, si sta facendo strada nel segmento della musica dal vivo, proponendo artisti di qualità nei locali della Romagna.

storico chitarrista di Vasco Rossi,

Il Socjale con Federico ha già proposto al pubblico i concerti di Vince Pastano (Vasco Rossi) e di Fede Poggipollini (storico chitarrista di Ligabue) e, oltre la data di questa sera, è gia in cartello il concerto di Cristian Bagnoli con il suo Cicci Quartet, che va a concludere una sessione dedicata ai grandi chitarristi. Ma il 2023 per il Socjale abbinato alle produzioni di Federico Berti si aprirà con il botto; il 12 febbraio vedrà esibirsi a Piangipane gli “Heroes and Monsters”, un concerto di caratura internazionale formato da Stef Burns affiancato da Todd Kerns, bassista canadese che dal 2010 accompagna i concerti solisti di Slash (Guns N’ Roses), e da Will Hunt, batterista della rock metal band degli Evanescence.

Filippo Padovani, dopo la pandemia e tutte le restrizioni, il Teatro Socjale è tonato a una normale programmazione?

“Esattamente. Questa è la prima stagione dove possiamo lavorare “normalmente”, alla massima capienza e senza restrizioni”.

Come procede la nuova stagione?

“Sta andando benissimo. Abbiamo aperto la stagione musicale con Irene Grandi, fino ad oggi abbiamo effettuato cinque concerti, due sono in collaborazione con Relive di Federico Berti. Abbiamo raggiunto il sold out quasi sempre e siamo veramente molto felici”.

Confermata la tradizionale formula dell’intervallo dedicato ad assaggiare i cappelletti romagnoli?

“Assolutamente si. La scorsa stagione avevamo ancora delle restrizioni che non ci permettevano di servire al bar, non si poteva effettuare l’intervallo con la nostra tradizione culinaria, si doveva stare rigorosamente seduti e con mascherina. Ora finalmente siamo tornati alla normalità e con essa torna l’intervallo del concerto e si va tutti a mangiare i cappelletti, anche gli artisti”.

Federico Berti, la passione per la musica e le sue dinamiche l’ha portata ad aprire la sua agenzia di spettacolo Relive eventi. Una sfida?

“Come hai detto si tratta più di una passione per la musica. Sto prendendo il tutto in maniera molto tranquilla, io lavoro quotidianamente nell’azienda di famiglia e con la passione ho deciso di dedicarmi a proporre musica dal vivo nei locali”.

In questi pochi anni di attività si è guadagnato la fiducia di artisti e locali, segno tangibile di professionalità. Si sente gratificato?

“Certamente. Se lavori con professionalità e impegno c’è sempre la possibilità di operare. Per me Relive è un lavoro di passione, avendo già un ruolo nell’azienda di famiglia. Sono molto soddisfatto di quello che ho fatto fino ad oggi, e per tutto questo devo ringraziare principalmente gli artisti che mi hanno dato e continuano a darmi fiducia, e ovviamente tutti i locali che apprezzano le mie proposte artistiche.

E restando in tema di fiducia, dobbiamo parlare anche di una produzione che il 12 febbraio 2023 organizzerà sempre al Socjale. L’unica data in Romagna e probabilmente in tutta la Regione: gli “Heroes and Monsters”

2Una grande fiducia. Sto collaborando da tempo con Stef Burns, e questa sua collaborazione con due mostri sacri della musica, come Todd Kerns e Will Hunt lo sta portando ad effettuare alcune date in Italia ma non solo. Da qui l’idea di trovare per loro una data in Romagna, fissata per l’appunto al Socjale. Sarà una grande evento musicale, veramente di caratura internazionale, sarà molto stimolante e prestigioso”.

Sarà anche una sfida portare al Socjale un rock/metal?

“È un’impresa più grande, ma che siamo certi anche in teatro si riuscirà a proporre. Dovremmo trovare una soluzione per l’intervallo e i cappelletti, ma già da questa sera affronteremo il tema con Stef Burns, facendogli assaggiare il nostro tradizionale piatto”.

Related Posts

Lascia un commento