danza:-alla-riscoperta-origini-del-cantautorato-italiano-–-emilia-romagna

Danza: alla riscoperta origini del cantautorato italiano – Emilia-Romagna

A Bologna un percorso fra musica, voce e scenografia

(ANSA) – BOLOGNA, 03 SET – Una riscoperta delle origini del cantautorato italiano, da Modugno a Battisti, da Celentano a Buscaglione, in un percorso danzato fra parole, autori e cantautori: è ‘Incanto della danza 3’, in programma il 7 e 8 settembre alla Biblioteca dell’Archiginnasio, a Bologna, con tre spettacoli a ingresso gratuito e prenotazione obbligatoria alle 19, 20.15 e 21.30.

    Attraverso il linguaggio della danza – spiegano gli organizzatori – “cerchiamo di amplificare e riflettere le forme testuali, fulcro della ricerca degli artisti, e le implicazioni ritmiche all’origine degli arrangiamenti di brani che hanno fatto la storia della musica italiana”, da Volare ad Azzurro, da Il mondo a Un’avventura, da Svalutation a Vecchio frack ed Eri piccola così. Un originale intercalare fra musica, voce e scenografia amplificherà il potere evocativo ed emozionale della danza con coreografie originali interpretate da 40 giovani danzatori, eccellenze regionali e nazionali.

    Sette i quadri coreografici presentati su brani originali di Modugno, Buscaglione, Tenco, Fontana, Celentano e Battisti, in un’alternanza di riproduzioni originali e riarrangiamenti live eseguiti da musicisti bolognesi. La Scuola ‘Alessandra Galante Garrone’ con due giovani attori collegherà le performance in un divenire di racconti, disegnati dalla danza. (ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Related Posts

Lascia un commento