cosa-fara-air-france-klm-per-ripagare-gli-aiuti-di-stato

Cosa farà Air France-Klm per ripagare gli aiuti di stato

Air France-Klm, compagnia aerea franco-olandese, aumenterà il capitale sociale per 2,2 miliardi di euro per ripagare gli aiuti di stato. E potrebbe presentare un’offerta per Ita Airways all’interno di un consorzio guidato dal fondo Certares. Tutti i dettagli

 

La compagnia aerea franco-olandese Air France-KLM ha annunciato oggi un aumento di capitale per 2,26 miliardi di euro con l’obiettivo di rafforzare il proprio bilancio e rimborsare parte degli aiuti statali ricevuti in Francia.

Si tratta della seconda operazione di aumento di capitale in un anno per Air France-KLM, la seconda compagnia aerea più grande d’Europa per fatturato. I suoi maggiori azionisti sono lo stato francese (con il 28,6 per cento), quello dei Paesi Bassi (con il 9,3 per cento) e le compagnie aeree China Eastern (è cinese; con il 9,6) e Delta Air Lines (statunitense; con il 5,8).

LA RIPRESA DEL TRAFFICO AEREO

L’aumento di capitale, inoltre, dovrebbe servire a raccogliere fondi da reinvestire nelle proprie attività, vista la ripresa del traffico aereo di passeggeri in Europa. Ci sono però due incognite che rendono incerto lo scenario per il settore: l’aumento dell’inflazione, che riduce il potere d’acquisto dei consumatori, e la guerra in Ucraina, che alimenta una sensazione di insicurezza generale. È possibile dunque che la ripresa dei voli favorisca principalmente le compagnie aeree low-cost.

COME VANNO I CONTI

La pandemia di coronavirus, con le sue restrizioni alla mobilità, è costata ad Air France-KLM circa 11 miliardi di euro in due anni, scrive Le Monde. Nonostante gli interventi di salvataggio dei governi francese e olandese, la società ha un debito di 7,7 miliardi.

DICHIARAZIONI E OBIETTIVI DI AIR FRANCE-KLM

L’amministratore delegato di Air France-KLM, Ben Smith, ha detto che l’operazione rientra negli sforzi della compagnia per “rafforzare la nostra autonomia finanziaria” e recuperare flessibilità operativa dopo gli aiuti statali. “Mentre la ripresa continua e la nostra performance economica si riprende”, ha aggiunto, “vogliamo essere in grado di cogliere qualsiasi opportunità in un settore dell’aviazione in continua evoluzione”.

La società ha confermato l’obiettivo di riduzione del rapporto tra l’indebitamento netto e l’EBITDA al 2-2.5 entro il 2023. Rispetto al ricavo totale delle azioni, 1,7 miliardi di euro verranno utilizzati per rimborsare gli aiuti francesi concessi sotto forma di obbligazioni subordinate ad aprile 2021.

La vendita di azioni – spiega MF-Milano Finanza – avvicinerà Air France-KLM al raggiungimento dell’obiettivo per un rafforzamento patrimoniale complessivo di 4 miliardi.

L’OFFERTA DI CMA CGM

Nei giorni scorsi la società francese di trasporto marittimo CMA CGM ha fatto sapere che acquisirà una quota fino al 9 per cento di Air France-KLM, diventandone il quarto maggiore azionista. Di contro, le partecipazioni di China Eastern e di Delta Air Lines si ridurranno, rispettivamente al 4,7 e al 2,9 per cento. Quelle di Francia e Paesi Bassi resteranno invariate.

E ITA AIRWAYS?

La mossa di Air France-KLM – scrive Reuters – arriva mentre l’Italia è in cerca di offerenti per ITA Airways, la compagnia aerea succeduta ad Alitalia: tra questi potrebbe esserci un consorzio guidato dal fondo americano Certares che include anche Air France-KLM.

INIEZIONE DI CAPITALE DA APOLLO

La settimana scorsa Air France-KLM ha presentato un piano per la raccolta di 500 milioni di euro attraverso un’iniezione di capitale da parte di Apollo Global Management, una società di private equity, in un’unità della compagnia che si occupa di motori di ricambio. I fondi verranno utilizzati anche per rimborsare gli aiuti francesi.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.