Ma allora, la sanatoria delle case abusive di Ischia, concessa da Giuseppe Conte premier dal 2018, fu un condono oppure no? Ezio Greggio direbbe: “Ma certo che fu un condono!”.

“Chi condona i ballisti”: è il titolo della prima pagina del Fatto Quotidiano di ieri, in cui Marco Travaglio dà appunto del ballista a me ed a una lunga serie di colleghi, per aver detto e scritto che da premier Giuseppe Conte, in tandem con Luigino Di Maio, varò un condono per gli abusi a Ischia.

Nello stesso articolo, segue una lunga e noiosa spiegazione tecnica per sostenere l’insostenibile. Cioè, che una legge dal titolo “Definizione delle procedure di condono”, in realtà, non parlasse di condono. Ma la cosa buffa è che ho girato pagina e sullo stesso giornale mi trovo il titolo: “Il decreto Conte 2018? Mille immobili interessati, circa 60 condonati”. Ma se non c’era il condono, come hanno fatto a condonarne 60?

Continua ascoltando il podcast di Alessandro Sallusti del 30 novembre 2022

alessandro sallusti