compie-50-anni-il-misano-world-circuit

Compie 50 anni il Misano World Circuit

Ora intitolato a Simoncelli. Le prime gare il 6 agosto 1972

Si appresta a tagliare il mezzo secolo di vita il Misano World Circuit, il circuito romagnolo intitolato a Marco Simoncelli. Sabato l’autodromo celebrerà 50 anni: le prime gare ufficiali furono infatti disputate domenica 6 agosto 1972. Quel giorno era in programma un fitto calendario di trofei automobilistici con vittorie firmate da piloti come Arturo Merzario, Vittorio Brambilla e Giancarlo Martini.

    Sette giorni dopo, il 13 agosto, toccò invece alle moto debuttare ufficialmente nel nuovo impianto: vinsero Giacomo Agostini nelle 350, Renzo Pasolini nelle 250, Otello Buscherini nelle 125 e Guido Mandracci nelle 750. Il circuito, spiegano dal Misano World Circuit, “prese vita su desiderio di Enzo Ferrari, presente all’inaugurazione. Intorno a lui, un gruppo di imprenditori della Riviera, molto appassionati e motivati nel coinvolgere l’ingegnere modenese Umberto Cavazzuti per il progetto del tracciato”.

    Che ha vissuto dal 2006, una sorta di ‘nuova era’ con la modifica del tracciato – avvenuta in cinque mesi – allungato a 4.226 metri con l’inversione del senso di marcia e profondi interventi anche sulle parti strutturali, oltre al cambio della denominazione da Santamonica a Misano World Circuit. Intervento necessario per ospitare la MotoGP e dare una risposta concreta all’incontenibile passione nata intorno al ‘fenomeno Vale’ con ‘orde’ di tifosi di Valentino Rossi, originario della vicina Tavullia, a gremire l’impianto misanese che, oggi, può ospitare oltre 100mila spettatori ed ha raggiunto la configurazione di un grande Parco dei Motori con la MWC Square e il nuovo Pit Building che ospiterà anche l’archivio storico multimediale e spazi per mostre tematiche.

    A pieno regime, viene sottolineato, il circuito “rappresenta un volano economico da oltre 160 milioni di indotto nel cuore della Motor Valley, con una produzione di oltre 710.000 ‘room nights’, il 90% delle quali si concentra nelle strutture ricettive della provincia di Rimini”. (ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.